<![CDATA[Molise Web giornale online molisano]]>http://www.www.moliseweb.itit-IT <![CDATA[Il Cis nella bufera. Toma "Scelte politiche non tecniche, il governo Frattura ha fatto la stessa cosa"]]> POLITICA - REGIONE Fonte video TGR Molise
Dopo le proteste dei 31 comuni dove vedoni i sindaci chiedere spiegazione sul perché siano stati esclusi dai finanziamenti dei Fondi del Contratto Istituzionale di Sviluppo parla il Presidente Toma. Il Partito Democratico considera il Cis una delle peggiori pagine della storia del Molise. Molte le polemiche per come sono stati gestiti i  220milioni messi a disposizione dal Governo. Il Presidente Donato Toma risponde dichiarando che sono state scelte politiche così  come le ha fatte - giustamente - l'ex Governo Renzi e l'ex Giunta Frattura firmando "il Patto per il Molise" nel 2016.
]]>
http://www.moliseweb.it/info.php?id=22017 Thu, 18 Jul 2019 22:04:00 +0200
<![CDATA[Nuovo incarico a Gennaro Sosto nel Lazio? La giunta bandisce un avviso pubblico per una nuova nomina a Direttore Generale ASReM]]> POLITICA - REGIONE
Con delibera di Giunta Regionale n. 272 di martedì 16 luglio u.s. la Regione ha approvato un avviso pubblico di selezione per il conferimento dell'incarico di Direttore Generale dell'Azienda Sanitaria Regionale per il Molise (A.S.RE.M.). Secondo indiscrezioni sembrerebbe che l'attuale Direttore Generale, Gennaro Sosto, aspirerebbe, con alte probabilità di successo, ad un incarico nella Regione Lazio o presso il Ministero della Salute. Questa indiscrezione sembrerebbe avvalorata dalla circostanza che solo pochi mesi fa il DG Sosto è stato riconfermato al vertice dell'ASReM per altri due anni dalla Giunta targata Toma; è evidente  che non avrebbe altro senso l'approvazione di questo avviso, finalizzato ad una nuova scelta, diversa da quella recente in favore dell'attuale Direttore Generale, anche tenuto conto che nel deliberato del provvedimento è previsto che il nuovo DG non può essere stato a capo dell'Azienda per due volte consecutive. 
Altra motivazione pregnante è la recente sentenza della Corte dei Conti del Molise che ha "bocciato" il Bilancio ASReM 2017; al riguardo la legge prevede che la Giunta potrebbe revocare il contratto dell'attuale Direttore Generale.
]]>
http://www.moliseweb.it/info.php?id=22011 Thu, 18 Jul 2019 17:58:00 +0200
<![CDATA[Campobasso. Chiusura Centro Prelievi di via Toscana, il centrosinistra interroga il sindaco]]> POLITICA - CAMPOBASSO

Dopo che nel 2017 il Centro prelievi di via Toscana a Campobasso ha rischiato di chiudere, l'ASReM ritorna su quella strada e questa volta la chiusura sembra essere reale. Una decisione che andrebbe a creare disagi ai tanti utenti che utilizzano quel servizio, infatti il Centro di via Toscana effettua mediamente sei mila prelievi all'anno e serve una parte della città di Campobasso e diversi comuni del circondario.

Sulla questione il Consigliere comunale di opposizione, Antonio Battista, unitamente ai Consiglieri Bibiana Chierchia, Giose Trivisonno e Alessandra Salvatore, presenta un'interpellanza indirizzata al presidente dell'assise di palazzo San Giorgio, Antonio Guglielmi e al sindaco del capoluogo, Roberto Gravina per "conoscere esplicitamente le volontà dell’Amministrazione comunale e le urgenti iniziative che si intendono assumere per riportare alla normalità la erogazione dei servizi del Distretto Sanitario di via Toscana".

Battista inoltre commenta che non si tratta di tenere aperto un Ospedale o un Reparto ospedaliero "ma un importantissimo servizio territoriale di base. Le conseguenze saranno un riversarsi su altri centri prelievo con chiaro affollamento che penalizzerà indistintamente tutti e un ulteriore ricorso al privato che ovviamente penalizza le fasce sociali economicamente e socialmente più deboli".

 
 
]]>
http://www.moliseweb.it/info.php?id=22002 Thu, 18 Jul 2019 10:39:00 +0200
<![CDATA[Tamponamento sulla Bifernina, trasportato ferito in ospedale]]> CRONACA - CAMPOBASSO
Intorno alle 23.00 di ieri 17 luglio la squadra di Vigili del Fuoco del Distaccamento di Termoli sono intervenuti, per un incidente stradale, al Km.55 della SS 647 Bifernina. Due autovetture si sono tamponate con una persona rimasta ferita nell’impatto e trasportata in ambulanza all’ospedale. Sul posto anche il personale del 118 e gli agenti della Polizia di Stato che insieme ai Vigili del Fuoco hanno lavorato per mettere in sicurezza le autovetture e fare i primi rilievi per determinare le dinamiche del sinistro. 
]]>
http://www.moliseweb.it/info.php?id=22006 Thu, 18 Jul 2019 12:57:00 +0200
<![CDATA['Per il mare, fuori dal fossile': il 20 luglio ambientalisti in piazza anche a Termoli]]> CRONACA - TERMOLI (fonte foto Terre di frontiera)

In difesa del mare il prossimo 20 luglio è stata indetta la mobilitazione nazionale della Campagna 'Per il clima, fuori dal fossile'. Una iniziativa che si svolgerà lungo la costa adriatica coinvolgendo contemporaneamente le spiagge di  Venezia, Rimini-Riccione, Falconara Marittima (AN), Giulianova (TE), Pescara, Termoli (CB), San Foca- Melendugno (LE).

In Molise i coordinatori dell'iniziativa sono 'Termoli bene Comune - Rete della Sinistra', 'I Discoli del Sinarca' e 'Fridays For Future' che in una nota stampa spiegano come sia importante "cambiare il sistema, non il clima, per uscire da un modo di produzione che, in nome del profitto, sta portando il mondo verso la catastrofe".

Il 20 luglio con una serie di azioni comunicative e dirette lungo tutta la riviera adriatica  si vuole dire No alle trivelle, ai gasdotti, alla devastazione dei nostri territori, all’esproprio dei beni comuni, ambiente, paesaggio, qualità della vita e per esigere la sempre più urgente bonifica dei siti inquinati.

"Fuori dal fossile, - scrivono ancora gli organizzatori - vuole essere un altro concetto di sviluppo, di energia alternativa, di un nuovo rapporto con la natura, fuori dal giogo delle multinazionali 'estrattiviste' e di rapina, del capitale finanziario e dei governi complici. Eni è il  simbolo massimo di tutto ciò, anche se tenta di rifarsi il look con qualche pennellata green. È stato la causa principale del disastro ambientale in Nigeria, della devastazione delle foreste in Malesia ed Indonesia per le monocolture da cui estrarre l’olio di palma per la bio-masse. La nuova carta strategica di Eni e delle sue consorelle punta, oltre che sul petrolio, sull’estrazione di gas altrettanto pericoloso del carbone, e ciò  riguarda direttamente i nostri territori (vedi gasdotto Chieti Larino, che sta distruggendo il Bosco di Corundoli a Montecilfone, e stoccaggio gas Sul Sinarca). I Combustibili Fossili causano non solo i mutamenti climatici, ma anche  quell’apartheid climatico che già  costringe milioni di esseri umani alla fuga ed a migrazioni per mancanza di risorse e possibilità di vita".

L'obiettivo della manifestazione e di iniziative come quelle che si svolgeranno sabato 20 luglio vogliono essere da pungolo alle amministrazioni locali e  al governo che dovrebbero chiedere lo stato di emergenza climatica.

L'invito degli organizzatori è di  partecipare all'iniziativa "perchè - scrivono - siamo tutti coinvolti, come diceva De Andrè, e liberiamo il mare e la terra dalle devastazioni e dai veleni che minacciano i nostri beni comuni: ci vediamo alle 10.30 a Termoli, sulla spiaggia libera sotto il Muraglione del Castello, vicino alla Cala Sveva".

]]>
http://www.moliseweb.it/info.php?id=21999 Thu, 18 Jul 2019 08:54:00 +0200
<![CDATA[Concorso Rai, Iacovino: "Anche la tv pubblica deve rispettare le regole per l'accesso agli atti"]]> CRONACA - CAMPOBASSO
Buone notizie per i giornalisti assistiti dal legale molisano Vincenzo Iacovino che avevano fatto ricorso per chiedere l'accesso agli atti in merito al concorso Rai 2015. Infatti come scrive 'Il Messaggero' il Tar del lazio ha stabilito che i giornalisti riconosciuti idonei dalla Rai nel concorso 2015 hanno il diritto di accedere agli atti della selezione e di conoscere l’elenco di tutti i colleghi assunti dall’azienda a partire dal 2013 al fine di verificare quante nuove assunzioni siano state effettuate dalla tv pubblica senza attingere alle graduatorie del 2013 e 2015.
In una nota il Comitato per l’informazione pubblica, fondato da cento giornalisti risultati idonei nel concorso 2015 assistiti dall’avvocato Vincenzo Iacovino commenta "le decisioni dei giudici amministrativi rappresentano un importante passo in avanti sulla via del rispetto delle regole e della trasparenza. Riconoscendo le ragioni degli idonei 2015, il Tar del Lazio ha demolito l’azione ostruzionistica e le fondamenta della linea di chiusura della Rai nei confronti delle richieste di accesso agli atti e di scorrimento di quella graduatoria".
Come spiegato dal Comitato la Rai non avrebbe concesso l'accesso agli atti perchè la graduatoria del 2015 è scaduta nell’ottobre 2018 e quindi decidere con una delibera del Consiglio di Amministrazione di assumere nuovi giornalisti senza bandire nessun concorso. Il Tar però ha sostenuto le ragioni dei giornalisti "in quanto le previsioni del bando della selezione che limitavano a tre anni dalla sua pubblicazione la validità della graduatoria sono state soppiantate dalla previsione specifica di cui all’art. 1 comma 1096 della Legge di bilancio 2018’. Un richiamo davvero essenziale".
I giudici amministrativi hanno sottolineato che la Legge di bilancio 2018, liberando la Rai dai rigori della spending review, "ha l’effetto di conformare l’azione della concessionaria del pubblico servizio in sede di assunzione di giornalisti professionisti, in quanto impone di attingere "in primis al personale idoneo inserito nelle graduatorie 2013 e 2015 di giornalisti professionisti riconosciuti idonei" in un’ottica virtuosa di risparmio a medio-lungo termine".
Soddisfazione è stata espressa dai giornalisti e dallo stesso avvocato Iacovino, il quale sottolinea che ora "anche la Rai deve rispettare le regole per l'accesso agli atti e il diritto all'assunzione degli idonei in graduatoria". 
Per il Comitatao "la doppia vittoria ottenuta davanti al Tar rafforza l’impegno degli idonei 2015 affinché l’azienda proceda allo scorrimento della graduatoria, come già fatto per gli idonei del 2013, evitando di indire un nuovo costoso concorso o, peggio ancora, di perseguire soluzioni opache per il reperimento di nuove risorse giornalistiche già disponibili. Il tutto nel superiore interesse di soddisfare il bisogno di rafforzare le redazioni, ormai riconosciuto e certificato anche dal cda dell’azienda e stimato in circa 100 giornalisti da assumere a breve. Numeri che potrebbero salire se si tiene conto degli esodi, stimati in oltre 200 unità, e di quanti in Rai esercitano la professione giornalistica senza avere i titoli richiesti dalla legge, come sancito dal ministero della Giustizia in una nota ufficiale".
I giornalisti del comitato precisano infine che "hanno già diffidato la Rai affinché rimuova i soggetti che esercitano la professione giornalistica in assenza di titoli e in spregio alla legge professionale; si astenga dal bandire nuovi concorsi; proceda ad assumere i giornalisti idonei del concorso del 2015 facendo scorrere la graduatoria. Il tutto con riserva di adire le competenti autorità giudiziarie civili, penali e contabili tramite l’avvocato Vincenzo Iacovino, che ha già ricevuto il mandato ed è pronto a depositare denunce e ricorsi per accertare diritti illegittimamente negati ed ogni eventuale responsabilità anche di carattere personale".
 
(fonte Il Messaggero)]]>
http://www.moliseweb.it/info.php?id=21998 Thu, 18 Jul 2019 08:26:00 +0200
<![CDATA[Il viceministro Fioramonti in visita a Campobasso assicura finanziamenti per l'edilizia scolastica]]> POLITICA
In occasione della serata finale del Festival dello Sviluppo Sostenibile è arrivato a Campobasso Lorenzo Fioramonti, viceministro al Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. Il primo incontro è stato con il sindaco del capoluogo Roberto Gravina.
Rispondendo alle domande dei giornalisti Fioramonti ha spiegato che i motivi della sua visita sono legate alla volontà di portare il Governo ad ascoltare le ragioni di una Regione che è storicamente rappresentante delle aree interne molto spesso più disagiate rispetto al resto del Paese.
Un'occasione quella del Festival dello Sviluppo Sostenibile per parlare di sviluppo eco sostenibile e partecipare ad una serie di appuntamenti che aiutano a scoprire il ruolo dei nostri territori e come radicare l'università, le scuole e il mondo della formazione nel territorio stesso e come lavorare sempre di più con le scuole e con le imprese che vogliono fare investimenti tecnologici in aree storicamente più emarginate, facendo in modo che si possano creare delle sinergie tra le varie istituzioni della formazione. 
Il Molise come tante regioni ospita accademie, università, scuole e conservatori importanti che, come ha detto il viceministro Fioramonti "devono lavorare in maniera più sincronica per portare benessere a livello locale anche grazie a maggiori finanziamenti da parte del governo".
Per il viceministro cambio di rotta nella sinergia tra università e mondo del lavoro, "si sta lavorando affinché ci sia un filo diretto tra l'università e l'impresa, è necessario - ha detto -  fare in modo che le imprese vengano coinvolte da subito nella gestione della ricerca e della formazione universitaria e quindi creare una congiunzione e allo stesso tempo anche la formazione deve essere più allineata con i bisogni delle imprese".
In merito all'edilizia scolastica, un tema molto caldo in Molise il viceministro ha spiegato che "il governo ha investito e continuerà a farlo affinchè si possano mettere in sicurezza tutti gli edifici del Molise che hanno subito danni a causa di problemi geologici. Il nostro Ministero - ha aggiunto - ha stanziato finanziamenti di bilancio che quest'anno andranno sull'edilizia scolastica, sull'edilizia accademica e quella dei conservatori, affinché anche le università e altre istituzioni possano ritentare nei finanziamenti già erogati".
L'Italia però si trova a dover affrontare un altro problema che è quello degli insegnanti che vanno in pensione e che non vengono sostituiti e in merito a questo Fioramonti ha assicurato che si sta lavorando, "c'è un concorso per 70mila insegnanti. Lo Stato ha uno strumento che è quello dei concorso e ha il compito di farlo funzionare". Le lunghe liste di precari secondo l'esponente del MoVimento Cinque Stelle si sono create negli anni proprio perché i governi precedenti non sono stati capaci di far funzionare la macchina dei concorsi.
"Nonostante le difficoltà ereditate dagli anni passati il Governo - ha dichiarato il viceministro - sta facendo dei tentativi per rimettere insieme un modello che dia spazio alle scuole e agli insegnanti, ridando loro un ruolo centrale all'interno dello sviluppo del Pese". 
In merito ad una possibile condanna di Savoini e la posizione del MoViemnto Cinque Stelle, il viceministro Fioramonti ha dichiarato che "c'è una questione aperta con la Russia, vediamo quello che accade".
La visita del viceministro è continuata presso l'Università degli Studi del Molise, dove ha incontrato il Rettore Luca Brunese e poi presso il Conservatorio 'Lorenzo Perosi'.
 
Miriam Iacovantuono
 
]]>
http://www.moliseweb.it/info.php?id=21995 Wed, 17 Jul 2019 17:49:00 +0200
<![CDATA[Campobasso. Torna con la XXIII edizione il Festival Nazionale del Teatro popolare e della tradizione ]]> EVENTI

Ventitré edizioni realizzate, migliaia di spettatori ogni anno e, per questa estate, un nuovo cartellone di 11 spettacoli bellissimi in 20 giorni: il Festival Nazionale del Teatro popolare e della tradizione di Campobasso si conferma, per numeri, qualità e consensi, uno degli eventi culturali più importanti non solo della città ma dell’intera regione.  Allargamento, commistioni e sodalizi: le novità introdotte quest’anno fanno dell’edizione 2019 un’edizione speciale, ricca di eventi. La rassegna, organizzata dall’associazione Il Nostro Quartiere San Giovanni nello splendido scenario del parco intitolato non a caso al più grande autore di teatro del Novecento italiano “Eduardo De Filippo” di Campobasso, è stata presentata nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta proprio al parco di via Lombardia. Con la presidente dell’associazione Carmen Gioia e il direttore artistico del Festival Lino D’Ambrosio, sono stati presenti il vicepresidente della Giunta regionale, Vincenzo Cotugno, assessore alla Cultura e il vicesindaco di Campobasso Paola Felice, assessore anche lei alla cultura. In apertura dell’incontro con la stampa proprio i due rappresentanti delle due istituzioni che sostengono il Festival hanno espresso la loro gratitudine agli organizzatori per quanto costruito negli anni all’interno del parco, valorizzato dalle iniziative ludico-culturali, assicurando il loro supporto.  La manifestazione vede come partner, oltre alla Regione, diverse associazioni culturali e i Comuni di Campobasso, Jelsi, Pietracupa e Tufara. Sul palco si alterneranno compagnie provenienti da vari comuni molisani, ma anche dalle regioni limitrofe. “Il teatro nel quartiere – hanno spiegato gli organizzatori –, è uno strumento di aggregazione e integrazione, crescita culturale che racchiude una forte valenza sociale. In questo contesto l’associazione Il Nostro Quartiere San Giovanni ha deciso di fare rete e di inserire, come elementi complementari del programma della rassegna, altri importanti eventi rappresentativi della tradizione popolare del Molise e significativi dell’impegno che la stessa associazione ha profuso in questi anni”.  E così quest’anno oltre agli spettacoli teatrali ci saranno il Diavolo di Tufara, il 3 agosto alle 20, e dopo la festa di Sant’Anna, l’esposizione di una traglia di Jelsi. Sarà inoltre organizzata nel periodo successivo alla chiusura del cartellone, una mostra fotografica retrospettiva che proporrà le immagini più belle degli ultimi anni.  Altro elemento importante sarà l’apertura del festival, lunedì 22 luglio, lungo le vie del centro cittadino con gli sbandieratori e i musici della città di Lucera. Il cartellone degli spettacoli invece prevede 11 commedie: “Il Medico dei pazzi” (Compagnia I Malriusciti di Campobasso) 22 luglio, “L’Avaro” (Compagnia Pietracatella 90) 24 luglio, “Come e cane e atte!” (Compagnia Sceme Sembre Nuje di Santa Croce di Magliano) 26 luglio, “Taxi a due piazze” (Compagnia Teatronuovo di Canosa di Puglia) 27 luglio, “Don Mimmo” (Compagnia La Formica di Castelnuovo della Daunia) 29 luglio, “Cornuti e contenti” (Compagnia Quelli che…il teatro di Nola) 30 luglio,  “Tre iuorne e tiempe” (Compagnia 86Cento di Campobasso) 1 agosto, “Un giorno perfetto” (Compagnia I Filodrammatici di Napoli) 2 agosto, “Una pazza gita a Napoli” (Compagnia La Rotaia di Taranto) 3 agosto, “Natale in casa Cupiello (Compagnia Terza Classe di Campobasso) 5 agosto, “Le abbe coglie” (Compagnia La Banera di Oratino) 7 agosto, “Ecco la sposa” (Compagnia Amici Nostri di Castellana Grotte).

]]>
http://www.moliseweb.it/info.php?id=22016 Thu, 18 Jul 2019 19:15:00 +0200
<![CDATA[Montenero di Bisaccia. Domenica 21 il Wellness Night Workout]]> EVENTI

Si chiama Wellness Night Workout l'iniziativa dedicata al "silent fitness" e al cammino lungo le strade e i vicoli del centro storico di Montenero di Bisaccia.  L'evento organizzato dall'Asd 2 Passi nel Molise, in collaborazione con la Pro Loco Frentana e con il Patrocinio del Comune di Montenero di Bisaccia, si terrà domenica 21 luglio e prevede la prenotazione, dietro un piccolo contributo economico, di una cuffia audio - che accompagnerà i partecipanti lungo il percorso - presso la Pro Loco Frentana, al numero 340.36.19.439.  Questo il programma: alle ore 20,30 ci sarà il raduno in Piazza Giovanni XXIII°, con il  ritiro delle cuffie presso la Pro Loco e la successiva partenza; alle ore 23 è previsto il rientro e il frutta party. 

]]>
http://www.moliseweb.it/info.php?id=22014 Thu, 18 Jul 2019 18:42:00 +0200
<![CDATA[Jazz in Campo. Seconda serata a Campodipietra dedicata alla musica napoletana con i NeaCo’]]> EVENTI

Avreste mai immaginato un Surdato 'nnammurato che canta “Oje vita, oje vita mia” in blues? O che la fascinosa Brigida cui è dedicata la canzone “A’ Tazza 'e cafè” possa non essere di Napoli (dove si beve il migliore caffè del mondo) ma della Giamaica (dove cresce la migliore pianta di caffè del mondo)? O, ancora, che i “guagliune e’ malavita” di Guapparia assomiglino a quelli di Fred Buscaglione? Avreste mai pensato che il Take Five di Dave Brubeck – con il suo modernissimo ritmo di cinque/quarti – avrebbe potuto un giorno vestire le parole della più antica canzone napoletana, “Te voglio bene assaje”? Tutto questo – e molto altro ancora – accade per effetto della Neapolitan Contamination. Il supergruppo sarà ospite domani, venerdì 19 luglio, del festival Jazz in Campo – Jazz in Galdo in piazza Rimembranza a Campodipietra (concerto alle 22 preceduto dal djset di S.P.G.). Il progetto NeaCo’ propone i brani più celebri della canzone napoletana in modo nuovo e particolarissimo. L’ascoltatore viene condotto in un viaggio tra i continenti e gli stili musicali, dall’Europa al Medio Oriente, all’Africa centrale, fino al Nordamerica del gospel, del blues, del jazz e del funky, al Centroamerica del calypso, del reggae, della rumba, e giù fino al tango argentino. Il pubblico viene stimolato - dall'esecuzione musicale e dal racconto che la accompagna - ad esplorare ‘dentro’ ciascuna canzone, per trovarvi un ‘seme di contaminazione’, un elemento di globalizzazione, di universalità, capace di trasporre il brano musicale in un contesto antropologico, geografico, culturale, ideale del tutto diverso. La canzone si evolve e si trasforma geneticamente, pur nel sostanziale rispetto del testo (e quindi del messaggio) originario. È un modo per onorare un glorioso passato in chiave evolutiva, guardando al suo futuro. La storia di NeaCo’ (Neapolitan Contamination) si sviluppa in tre fasi diverse, ed è in continua evoluzione. L’idea originale della Neapolitan Contamination è di Luigi Carbone del 2010; viene subito condivisa da Giovanni Imparato. La prima fase del progetto, in collaborazione con altri musicisti, prende il nome di Arthèteca Project. Dura dal 2010 al 2013 e ricomprende – tra l’altro – una importante sessione al Teatro Delle Muse di Roma (2 settimane di concerti in beneficenza per la Casa di Tonia, fondata dal Cardinale Sepe, spettacolo poi ripreso dal servizio sociale su Rai News 24) e varie uscite su Unomattina e sui Tg Rai. Nel 2013 esce il primo CD: Neapolitan Contamination.  La seconda fase si sviluppa, con musicisti in parte diversi, ma sempre con Giovanni Imparato e Luigi Carbone, tra il 2014 e il 2016. Si caratterizza per arrangiamenti più sofisticati e complessi, per ben quattro sold out all’Auditorium Parco della Musica di Roma, per un intero concerto trasmesso in diretta su Radio Rai, per la partecipazione ad alcuni eventi internazionali alla Stazione Marittima di Napoli e al Blue Note di Milano e per l’avvio della collaborazione mensile con il Big Mama di Roma. La terza fase è quella attuale ed è radicalmente diversa da quelle precedenti. Prende avvio nella primavera del 2017 e presenta molte idee nuove; anche alcune delle “contaminazioni” precedenti vengono riconsiderate e riarrangiate con cura, per una formazione inedita rispetto al passato. Oltre a Giovanni Imparato (direzione artistica e percussioni) e Luigi Carbone (regia, voce narrante e tastiere), l’esecuzione è affidata a un gruppo di musicisti intensi, che riunisce strumenti etnicamente contaminanti: dal basso del maestro Aldo Perris (che cura anche le orchestrazioni, forte della sua ultraventennale esperienza in Rai) alla chitarra “svedese” di Mats Hedberg, a quella partenopea di Antonio Carluccio, ai fiati di Davide Grottelli, al violino di Lavinia Mancusi. Il tutto prende voce attraverso un bouquet di cantanti: assieme alla voce evocativa di Giovanni Imparato, si alternano e si incrociano quelle di Antonio Carluccio, cantautore e cantante-attore dalla voce “classica” e appassionata, e di Lavinia Mancusi, straordinaria voce della nuova musica popolare e folk.  Il festival si concluderà sabato 20 sempre a Campodipietra con, in apertura, il duo Mafalda Minnozzi e Paul Ricci in “Ritratti in bossa e jazz” e a seguire Filippo Graziani che canta le canzoni del padre Ivan. Durante le serate prosegue la mostra fotografica di Marcello Tronca che racconta i 15 anni di Jazz in Campo. Ci sarà inoltre, come di consueto, l’area dedicata all’enogastronomia con menu diversi ogni sera dedicati ai prodotti tipici. 

 

]]>
http://www.moliseweb.it/info.php?id=22013 Thu, 18 Jul 2019 18:38:00 +0200