<![CDATA[Molise Web giornale online molisano]]>http://www.www.moliseweb.itit-IT <![CDATA[Amministrative 2019. Ultimo appello al voto dei candidati sindaci di Campobasso]]> POLITICA - CAMPOBASSO

Al via dalle 24.00 il silenzio elettorale e tutti i candidati sindaci di Campobasso, insieme alle liste che li sostengono, hanno chiuso la loro campagna elettorale. Il primo a lanciare un ultimo appello agli elettori è stato il candidato dei Forconi, Orlando Iannotti in Piazza Pepe. A scegliere un luogo chiuso per salutare cittadini e simpatizzanti è stata la candidata del centrodestra Maria Domenica D’Alessandro, che tra le mura del Centrum Palace, circondata dai consiglieri regionali e alla presenza dell'eurodeputato Aldo Patriciello ha invitato gli elettori a sostenerla per un cambio di rotta della città di Campobasso.

Lungo corso Vittorio Emanuele sia il sindaco uscente e candidato della coalizione di centrosinistra Antonio Battista che Paola Liberanome di Io Amo Campobasso hanno incontrato i cittadini per la chiusura della loro campagna elettorale.

Battista sotto la pioggia e con un tradizionale comizio ha parlato di continuità ascoltando la gente e "portando avanti un programma  che continueremo a costruire con i cittadini"

Liberanome accompagnata da musica e momenti di cultura ha fatto un ultimo appello al voto per una lista civica e una squadra fatta di cittadini, professionisti che amano Campobasso.

Una chiusura più soft per il MoVimento Cinque Stelle che, dopo gli incontri con il Ministro Trenta e con il Senatore Morra, hanno deciso di salutare i propri sostenitori nella propria sede elettorale.

 

]]>
http://www.moliseweb.it/info.php?id=21096 Fri, 24 May 2019 23:01:00 +0200
<![CDATA[Amministrative 2019. Morra a Campobasso: "Dobbiamo presidiare le comunità che vengono dimenticate"]]> POLITICA - CAMPOBASSO
Dopo la visita del Ministro della Difesa Elisabetta Trenta, un altro rappresentate della politica nazionale arriva a Campobasso per dare man forte a Roberto Gravina, Candidato sindaco del MoVimento Cinque Stelle, si tratta del Senatore e Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia, Nicola Morra. Parlando del territorio, del sud e in particolare del Molise ha detto che la sua attenzione è diretta a una piccola regione "che troppo spesso viene dimenticata". Non è mancato poi il riferimento ad alcuni impresentabili, candidati proprio nella circoscrizione meridionale con la lista Forza Italia che ha all'interno cinque persone che non sono in regola con il codice di autoregolamentazione della candidatura, prima di tutti Silvio Berlusconi, seguito da altri quattro. "Potrei sembrare pazzo, noi potremmo sembrare pazzi, ma il pazzo è colui che vuole che le regole vengano rispettate, che il bianco sia bianco e il nero sia nero". È necessario, dunque, secondo il Senatore "essere presenti un po' dappertutto e dobbiamo presidiare le comunità troppo spesso dimenticate" e in particolare in un sud dove "si accentua il problema meridionale, dove la malavita prende piede e dove i giovani troppo spesso vanno via. Dobbiamo - ha aggiunto - far formare i nostri giovani, ma mettere in campo azioni per farli rimanere o tornare". 
Ha poi aggiunto che il MoVimento è universalista, "non potrà mai essere nazionalista e il nostro compito è quello di prestare ascolto alle comunità, ai cittadini e riportare quella politica con cui il cittadino si sentiva rappresentato, lo spirito deve essere di fare qualcosa per i più deboli"
A conclusione ha poi espresso un desiderio, quello di consegnare ai giovani un Paese dove si consenta di conservare una serie di diritti, come quello dell'istruzione, della sanità pubblica, dell'ambiente sano.
]]>
http://www.moliseweb.it/info.php?id=21092 Fri, 24 May 2019 14:14:00 +0200
<![CDATA[Campobasso. L'istituto Pilla 'Punta in Alto' e dice NO alla ludopatia ]]> CULTURA
Domani  25 maggio, dalle 9 alle 12,30, all’Istituto d’Istruzione Superiore Secondario ‘Leopoldo Pilla’ di Campobasso, gli studenti della 1° ITCAT e 1°B IPSASR saranno protagonisti di un’attività di comunicazione e un evento divulgativo per il contrasto alla ludopatia. Il Pilla è, infatti, tra le 23 scuole che, a livello nazionale, ha partecipato al progetto ‘Punta in Alto’ promosso dall’associazione ‘Insieme verso Nuovi Orizzonti’ e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Nel corso della giornata scolastica, gli allievi saranno impegnati a trasmettere ai compagni delle altre classi quanto appreso nel percorso che li ha visti protagonisti, ma soprattutto resi consapevoli del fenomeno della ludopatia. Contrasto alle dipendenze, incontri, laboratori, formazione e utilizzo responsabile dei new media gli aspetti che i ragazzi della scuola, ‘docenti’ per un giorno, illustreranno ai loro compagni, ai quali sarà tra l’altro presentato il videogioco antiludopatia da loro realizzato. L’iniziativa, in programma nell’Istituto di via Veneto a Campobasso, rientra nell’ampio raggio di un progetto che opera attraverso una rete capillare che coinvolge ben 10 Regioni italiane e circa 22mila studenti, con l’obiettivo di attivare processi di comunicazione capaci di intercettare le famiglie in situazioni di disagio e gli stakeholder territoriali. La ludopatia sembrerebbe, infatti, coinvolgere circa un terzo degli studenti minorenni che frequentano le scuole superiori e dove diviene quanto mai urgente intervenire per rendere i ragazzi consapevoli di quelli che sono i rischi delle dipendenze dal gioco.
]]>
http://www.moliseweb.it/info.php?id=21095 Fri, 24 May 2019 16:18:00 +0200
<![CDATA[Sanità. Michele Iorio "dar vita ad una class action coinvolgendo tutti i cittadini contro il blocco del tunover"]]> POLITICA - REGIONE

In merito allo sblocco del turnover in sanità è intervenuto il consigliere Regionale Michele Iorio. Lo scorso 11 aprile, infatti, si è tenuto il primo Tavolo di verifica degli adempimenti per il Piano di Rientro molisano della nuova gestione commissariale da cui, secondo il governatore del Molise Donato Toma, sarebbe emerso un disavanzo di 22 milioni di euro di cui 7 milioni di mancati trasferimenti dal bilancio della Regione a quello della sanità e 15 milioni riguardanti l’extrabudget per i privati accreditati. Numeri che hanno riacceso il pericolo di una nuova impennata delle tasse regionali e la conferma del blocco del turnover per medici e operatori sanitari. 

"Io non riconosco più lo stato italiano come uno stato democratico basato sui principi sanciti dalla carta costituzionale. Il più importante dei diritti soggettivi è il diritto alla salute, che è uno dei diritti inviolabili riconosciuti e garantiti dall’art. 2 della Costituzione italiana.

Tale diritto viene violato dal nostro Stato attraverso atti, comportamenti, omissioni. L’ultimo, in ordine di tempo, è il blocco del turn over.

In un momento in cui c’è carenza di personale negli ospedali molisani  lo Stato italiano cosa fa? Si sdoppia: perché il Parlamento cerca di risolvere il problema approvando lo sblocco del turn over e il Tavolo Tecnico del Ministero delle Finanze e della Salute lo blocca. E’ inconcepibile, inaccettabile che la nostra ultima speranza, ora, resti il Decreto Calabria. Se ci sarà.

Con la sanità siamo arrivati ormai all’inverosimile: chiudono i reparti, i cittadini non sanno più dove e come curarsi, e il Tavolo Tecnico sembra stare lì per peggiorare la situazione. Basti pensare ai criteri adottati dai tecnici della salute pubblica per la misurazione dei Lea. Oggi i livelli essenziali di assistenza non sono più valutati in base alle prestazioni che il Servizio sanitario nazionale (SSN) è tenuto a fornire a tutti i cittadini. Oggi i Lea vertono su parametri tecnico/burocratici che nulla hanno a che fare con i servizi al cittadino. Ci ritroviamo così che una regione come la Calabria risulta persino virtuosa nonostante le sue problematiche.

Intanto la politica locale su tutto questo tace. Il Molise sta subendo una barbaria burocratica nel silenzio assoluto di tutti mentre, al contrario, ogni esponente regionale di qualsivoglia partito politico o istituzione molisana dovrebbe insorgere e far valere i diritto del nostro territorio e della nostra popolazione nelle opportune sedi. Credo sia arrivato il momento di mettere insieme tutte le nostre forze, dai partiti di destra a quelli di sinistra passando per il Movimentocinquestelle Molise e dar vita ad una class action coinvolgendo tutti i cittadini. Non c’è rimasto altro tempo, ne abbiamo perso fin troppo. Allora mi appello a tutti i partiti: Movimento cinque stelle, Lega, Pd, Forza Italia, Udc, Popolari per l’Italia, Fratelli d’Italia e movimenti civici: uniamo le nostre forze perché la regione Molise, che appena un anno fa sembrava essere diventata l’Ohio dell’Italia ormai a Roma è diventata indifferente a tutti".
]]>
http://www.moliseweb.it/info.php?id=21090 Fri, 24 May 2019 07:57:00 +0200
<![CDATA[Medicina estetica - Tempo di estate: come affrontare al meglio la bella stagione]]> COSTUME E SOCIETà

Chi non vorrebbe arrivare per l’estate con un aspetto fresco e tonico? Se l’obiettivo è questo, non c’è da preoccuparsi! Ci pensa la medicina estetica del dottor Aldo Reale con i suoi trattamenti dai risultati impeccabili e naturalmente belli.

Tra i tanti trattamenti ci sono il lipfiller, il rinofiller e per cancellare le fastidiose rughe d'espressione e ottenere un aspetto più fresco e riposato si consiglia il refresh volto. Per il corpo, si sa: ciò che tutte le donne desiderano per essere perfette d'estate. Ecco allora che si può ricorrere all’elettrofitness che con soli 20 minuti a settimana si attivano 300 muscoli e si riescono a perdere fino a 3000 kcal. 

E se l’estate spesso fa rima con “correre ai ripari” l’istinto suggerisce di affidarsi a un professionista con anni di esperienza per valutare e studiare una strategia di intervento. Con questi intenti domani mattina, 25 maggio, al gazebo de Il Centrale insieme al dottor Aldo Reale de La Cura Medical Spa ci sarà l’occasione per avere un parere e sarà possibile, in base alle proprie esigenze, vedere il risultato attraverso delle immagini post trattamento. Non resta che godersi un sabato diverso Al Centrale con tutto lo staff del dottor Reale e sorseggiare quello che sarà il tormentone dell’estate: il drink detox “La Cura cocktail”.

]]>
http://www.moliseweb.it/info.php?id=21094 Fri, 24 May 2019 16:02:00 +0200
<![CDATA[Sessano del Molise (IS): Tentativo di furto al comune, arrestati due campani]]> CRONACA - ISERNIA
Due uomini di origine campana sono stati arrestati, la scorsa notte, dopo aver tentato di mettere a segno un furto all’interno del comune di Sessano del Molise. Due napoletani, entrambi con precedenti, vistisi scoperti da parte di un poliziotto libero dal servizio che li aveva notati mentre uscivano da una delle finestre del municipio, si davano alla fuga bordo di una autovettura. L’agente, dopo aver tentato inutilmente di fermarli, segnalava prontamente l’autovettura alla Centrale Operativa 112 del Provinciale che immediatamente coordinava l’intercettazione del mezzo disponendo le pattuglie lungo le vie di fuga. Dopo qualche minuto i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Isernia agganciavano il mezzo che anziché fermarsi all’alt si dava alla fuga per le vie cittadine. Solo dopo un concitato inseguimento la gazzella riusciva a bloccare i ladri, anche grazie ad altre pattuglie che nel frattempo erano sopraggiunte. Non appena bloccata l’autovettura i due tentavano di opporre resistenza per guadagnare nuovamente la fuga, questa volta a piedi, ma riuscendo a percorrere solo pochi metri, dopodiché entrambi venivano ammanettati e accompagnati in Caserma. Grazie anche alla professionalità dei militari operanti non si sono registrati feriti. I due pregiudicati, che nulla erano riusciti ad asportare dal comune, sono stati trovati in possesso di diversi arnesi da scasso (con cui avevano forzato l’ingresso del Comune di Sessano) e sostanza stupefacente, tutto sottoposto a sequestro. Dopo aver espletato le formalità di rito, su disposizione del sostituto procuratore di turno, i due sono stati rinchiusi nel carcere di Isernia, dove dovranno rispondere di tentato furto in concorso e resistenza a Pubblico Ufficiale.
]]>
http://www.moliseweb.it/info.php?id=21091 Fri, 24 May 2019 13:23:00 +0200
<![CDATA[#ludostorie in tour_Speciale maggio: la città di Troia tra ricchezze architettoniche e prodotti tipici ]]> RUBRICHE - #LUDOSTORIE

Lecce, Taranto, Vieste, Ostuni, Gallipoli: sono tanti i centri pugliesi ricchi di storia, arte e cultura. Tra questi, particolare attenzione può essere dedicata alla città di Troia. Fondata nel 1019, quando il Catapano Basilio Bojannes giunse in Puglia per riaffermare la supremazia bizantina nei confronti del papato e del Sacro Romano Impero, la città in provincia Foggia oggi conta circa 8000 abitanti. Un centro piccolo ma caratterizzato da molti luoghi di interesse religioso e diverse tipicità enogastronomiche. A riguardo, spiccano la Basilica Cattedrale e la Passionata, un dolce del posto molto famoso. 

La Basilica Cattedrale del XI Secolo

Capolavoro dell’architettura romanica pugliese, si impone per l’armonia della facciata in cui si contrappongono una compatta parte inferiore e una sezione superiore popolate da un universo di figure zoomorfe, antropomorfe e floreali che nascondono simbologie religiose e laiche. La parte più significativa della facciata è il rosone a causa della connotazione simbolica che lo caratterizza.  È formato, infatti, da un fitto intreccio di undici colonnine che si irradiano dal centro secondo angoli uguali e connesse con un gioco di archi che fanno da cornice. Suddiviso in undici spicchi decorati con dei diaframmi traforati, sono state create ventidue decorazioni differenti ottenendo l’effetto di un ricamo merlettato. Le undici colonnine, che indicano il numero degli apostoli senza considerare Giuda Iscariota, poggiano su un cerchio di pietra simbolo della figura di Gesù Cristo.
Un’altra caratteristica della facciata, piuttosto rara nelle chiese antiche d’Italia, è la presenza del portale di bronzo che si deve all’architetto Oderisio da Benevento, uno degli artisti impegnati nella costruzione della Cattedrale. La funzione era quella di completare la facciata e celebrare la grandezza del vescovo e le sue capacità diplomatiche. Il portale, inoltre, è diviso in 28 parti e sull'architrave sono scolpiti, in stile bizantino, Cristo tra Maria e S. Pitro, i simboli degli evangelisti e i santi Eleuterio e Secondino, leggendari vescovi della città romana di Aecae che sorgeva sul luogo occupato da tria e le cui reliquie sono state trasferite nella chiesa. I capitelli di imposta, invece, sono ricoperti con ricchi rilievi dove sono rappresentate delle figure antropomorfe tra elementi vegetali con l'intento di opporre la natura demoniaca (a sinistra) con quella paradisiaca (a destra). Questi rilievi richiamano modelli campani dell'XI secolo, oscillanti tra la ripresa del classicismo e l'accoglimento di elementi bizantini ed islamici. L'interno della Cattedrale, invece, è a tre navate ed è caratterizzato da tredici colonne, i dodici apostoli più Gesù. 

 La passionata, il dolce di Troia pluripremiato

La Passionata è  prodotta dalla Pasticceria Casoli di Troia che nasce nel 2007 e che, in pochi anni, ha riscosso talmente tanto successo da essere visto come un dolce tipico della città. La richiesta dei turisti di assaggiare una tipicità del posto, ha fatto scattare alla pasticceria, che si trova vicino la Cattedrale, l’idea di creare un prodotto “nuovo” ed in grado di soddisfare la richiesta. La Classica, infatti, è fatta con 3 ricotte (dei monti Dauni e Gargano, Mucca, Pecora e Bufala) che vengono lavorate con un procedimento innovativo, aromi naturali al Mandorlo in fiore e copertura di mandorla Pugliese, tra le più buone al mondo. Oggi la Passionata è presente nei migliori ristoranti di Bari e Provincia, Lecce, Roma, Pescara e ha vinto diversi premi come la “Dolce Disfida” contro il Sospiro di Bisceglie.  

 

 

]]>
http://www.moliseweb.it/info.php?id=21089 Fri, 24 May 2019 01:21:00 +0200
<![CDATA[Medici Guardia medica: il Commissario Giustini chiede la restituzione delle indennità ]]> CRONACA
Da una nota stampa a firma dello Studio legale 'Iacovino e Associati' di Campobasso e Roma si apprende che il Commissario ad acta alla Sanità, Angelo Giustini, ha ordinato all'Azienda Sanitaria Regionale (ASReM) il recupero delle indennità che i medici di base di guardia medica avrebbero indebitamente percepito negli ultimi 10 anni. L'importo complessivo che dovrà essere restituito ammonta a circa 6 milioni di euro.
"Ciò che in queste ore crea sconforto e stupore tra i diretti interessati - spiegano dallo Studio legale - ha a che fare proprio con l'origine dell'indennità, frutto di un contratto precedentemente sottoscritto tra la Regione e la categoria dei Medici di medicina generale (Mmg) nel quale le parti si erano accordate proprio per attribuire ai medici di base determinate somme". 
Medici interessati al provvedimento sono sul piede di guerra e si dicono pronti a intraprendere un'azione legale.
 
(fonte Ansa Molise)
 
]]>
http://www.moliseweb.it/info.php?id=21086 Thu, 23 May 2019 16:47:00 +0200
<![CDATA[Bagnoli del Trigno. Per la condizione delle strade il Comitato di Protesta fa appello istituzioni: "Le autorità si muovano"]]> CRONACA

La viabilità molisana è sempre di più al collasso e in merito a questa situazione precaria i cittadini di Bagnoli del Trigno hanno dato vita ad un Comitato Spontaneo di Protesta proprio per denunciare la condizione delle strade dei quel territorio. Dopo l'incontro che si è tenuto il 16 maggio, al quale hanno partecipato anche i Sindaci di Bagnoli, Duronia, Salcito e Civitanova del Sannio, i partecipanti all'iniziativa, a maggioranza, avevano deciso di restituire le tessere elettorali alle elezioni europee, di procedere, in raccordo con le autorità preposte, all’occupazione della fondovalle Trignina, di procedere alla creazione di altri Comitati Spontanei di Protesta nei paesi limitrofi, di invitare i rappresentanti istituzionali a Bagnoli per un incontro pubblico.

Una situazione, quella denunciata dal Comitato Spontaneo di Protesta, che è stata ripresa anche dalla trasmissione Agorà di RAI 3 andata in onda venerdì 17 maggio. "La ribalta nazionale, - spiega Franco Mastrodonato, portavoce del Comitato - i toni accesi contro quella che è stata definita una querelle indegna e vergognosa inscenata da alcuni rappresentanti politici presenti in studio, la bravura della giornalista, che in poco tempo ha saputo dare una rappresentazione fedele della realtà, hanno favorito la conoscenza della problematica al grande pubblico. Grazie ad Agorà ed alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica operata dai media molisani, le Istituzioni si sono mosse prendendo a cuore il problema".

Infatti lo scorso 21 maggio una Commissione, composta da responsabili della Protezione Civile e funzionari della Regione e della Provincia, ha svolto un sopralluogo e redatto relativa relazione, da cui è emerso che le misure di urgenza da adottare riguarderanno l’accesso alla fondovalle Trignina e poi, a cascata, vi saranno gli altri interventi.

"Il Comitato, - continua Mastrodonato - considerato il fattivo impegno e l’attenzione mostrata da parte delle autorità preposte, ha deciso di non procedere alla restituzione delle tessere elettorali per domenica 26 maggio; al contempo resta vigile, invita le Istituzioni ad un confronto pubblico da tenersi a Bagnoli al cospetto dei Sindaci del territorio, si riserva altresì di procedere con le altre forme di protesta programmate qualora vengano di fatto disattesi gli impegni assunti da parte delle Istituzioni. Il Comitato tiene a precisare che l’atteggiamento assunto non rappresenta assolutamente un abbassamento del livello della protesta, esso è solo espressione di una corretta risposta alla disponibilità a procedere manifestata dalla Regione e dalla Provincia".

Di ieri poi la notizia dell’incendio di un capannone industriale per la lavorazione delle carni che ha creato nuova apprensione alla realtà socioeconomica bagnolese: "un’azienda in difficoltà e posti di lavoro al momento persi - dice ancora il portavoce del Comitato. - L’intera popolazione ha accusato il colpo, ma tutti si sono stretti intorno ai due giovani imprenditori titolari dell’impresa manifestando solidarietà e sollecitando la forza e la determinazione per andare avanti. Nell’aggravamento della situazione, dunque, la Comunità attende atti concreti ed immediati, chiede vicinanza a chi di dovere e confida in una risoluzione della problematica in tempi sostenibili".

]]>
http://www.moliseweb.it/info.php?id=21093 Fri, 24 May 2019 15:58:00 +0200
<![CDATA[SALUTE TV - 8° PUNTATA]]> STREAMING - SALUTE TV ]]> http://www.moliseweb.it/info.php?id=21078 Thu, 23 May 2019 20:35:00 +0200