Maria Grazia La Selva Cavaliere della Repubblica: Mattarella conferisce 30 onorificenze al merito

Trenta eroi civili, trenta italiane e italiani che da oggi avranno sul petto l'Onorificenza al merito della Repubblica italiana, scelti dal presidente Mattarella come esempio per il loro coraggio, la capacità di aiutare gli altri, affrontare sacrifici e rischi per consegnarci un paese migliore. Con le brutte notizie che, per una volta, mostrano anche il rovescio della medaglia, la forza indomita di denunciare, di non subire la violenza sulle donne, i bambini, il bullismo, l'emarginazione. E di rinascere.

Tra le molisane c'è il nome di Maria Grazia La Selva, presidente di Liberaluna. Emozione per un riconoscimento importante e per la quale La Selva ringrazia tutti, in particolare chi in questi anni l'hanno sostenuta e accompagnata nelle sue iniziative. 

La presidente dell’Associazione Liberaluna Onlus, che gestisce il Cav Liberaluna, Maria Grazia La Selva, condivide la sua grande emozione con tutta la comunità molisana. "Sabato mattina ricevevo una telefonata dalla dr.ssa Basili che chiamava dal Quirinale, ed in un primo momento ho pensato ad uno scherzo, pertanto ponevo domande chiedendo chi avesse segnalato il mio nome dalla Regione Molise. La dr.ssa mi chiariva che il Presidente Mattarella aveva istituito un gruppo di lavoro di monitoraggio sulle attività sociali delle singole regioni e da questo era emerso il mio nome e quello dell’Associazione che come prima nella nostra regione si era iniziata ad occupare del fenomeno di contrasto alla violenza di genere e sulle donne. Vantando, inoltre, la continuità delle attività di sensibilizzazione dell’Associazione e di accoglienza alle donne nel centro antiviolenza. In quell’istante mi sono sentita ripagata di tutte le battaglie che insieme all’equipe abbiamo fatto, affinché tutte le donne vittime iniziassero a raccontare le loro storie di violenza sentendosi accolte, ascoltate e supportate. Inoltre, questo riconoscimento sarà sicuramente da sprono a continuare nell’attività di supporto e sostegno alle donne, come credo possa essere anche d’esempio per tutti i giovani della nostra regione che perseguono i loro sogni con tenacia e passione.  Infine esorto, il presidente della Regione Molise, Paolo Di Laura Frattura, che recentemente ricordava che a breve verranno distribuiti i nuovi fondi, di dare continuità a questa nostra missione che vista l’evidenza risulta buona prassi da seguire. In questo modo le donne hanno la certezza che possono trovare in noi un vero e tangibile sostegno che parte dall’ascolto e, attraverso l’elaborazione di un percorso di accompagnamento, le porta a riappropriarsi della dignità, trovare il coraggio di denunciare e ricostruire un futuro sereno per sé ed eventualmente, per i propri figli. Voglio rivolgere, infine, un sentito grazie a tutte le professioniste e le volontarie che ogni giorno operano insieme a me sul territorio. Un grazie speciale anche a tutte le persone che in questi anni ci hanno sostenuto. Non meno importante un ringraziamento sentito alla mia famiglia".

Il presidente Frattura ha commentato  “ha un valore speciale, importante e profondo, l’onorificenza al merito della Repubblica italiana che il Presidente Mattarella ha voluto assegnare a Maria Grazia La Selva, rappresentante di Liberaluna, la onlus molisana che si occupa di assistere e proteggere le donne vittime di violenze e soprusi. L’impegno di Maria Grazia La Selva e delle cinque donne che con lei hanno fondato nel 2004 l’associazione ottiene il prestigioso riconoscimento alla vigilia della giornata di contrasto alla violenza di genere: è una scelta carica di significato. Grazie a persone come La Selva, alla loro dedizione e al coraggio che mostrano prendendosi cura e ascoltando le donne che soffrono la brutalità altrui, emerge in tutta evidenza il lavoro che nel nostro Molise viene quotidianamente condotto, molto spesso in silenzio lontano dai riflettori, nel segno della solidarietà, del soccorso, a favore dell’inclusione sociale, della promozione della cultura, della legalità e per il contrasto alla violenza. Siamo fieri e grati dell’opera che Maria Grazia La Selva presta ogni giorno con la sua associazione. E siamo riconoscenti al Presidente Mattarella che, dopo l’onorificenza alla memoria della dottoressa Rita Fossaceca, uccisa in un agguato in Kenya dove si trovava per missione umanitaria, premia un’altra nostra concittadina: tutto questo è per noi, per il nostro Molise, motivo di grande orgoglio”.