Campobasso. Di Maio a sostegno di Gravina: "Sarà un sindaco che non dovrà rispondere a nessuno se non ai cittadini" 

A conclusione della campagna elettorale per il secondo turno è tornato a Campobasso il Ministro Luigi Di Maio a sostegno del candidato sindaco del MoVimento Cinque Stelle Roberto Gravina. Dopo la visita al Museo dei Misteri il vicepremier pentastellato ha incontrato i cittadini a Piazzetta Palombo. A fare gli onori di casa il parlamentare molisano Antonio Federico, sul palco insieme ai portavoce del Movimento in Consiglio regionale. 
Roberto Gravina, ringraziando il Ministro per la sua presenza a Campobasso, ha lanciato un appello ai suoi elettori invitandoli al voto il prossimo 9 giugno "per spazzare via persone che sono state tra i banchi di Palazzo San Giorgio per 20 anni. Votare per me  - ha detto - significa votare per 20 persone nuove e competenti". 
In merito poi alle accuse che gli sono state lanciate dai suoi avversari su possibili accordi sottobanco con il centrosinistra ha spiegato che nella sua giunta non ci sarà nessun assessore che abbia fatto parte della giunta Battista, "non c'è nessun accordo con l'altra parte - ha affermato - a loro devo dire grazie perchè è stato qualcosa di disinteressato. C'è stato un dialogo e un'apertura sui programmi che sono simili su diversi punti".
Luigi Di Maio, invitando i cittadini di Campobasso ad andare al voto domenica prossima ha affermato che "il ballottaggio è un'occasione per cambiare la città. Eleggere Roberto Gravina come sindaco di Campobasso con una sola lista significa avere la certezza che il nuovo sindaco sarà una persona che non dovrà rispondere a nessuno se non a voi". 
Spostando il discorso sull'esito delle elezioni europee ha affermato che non sono andate come ci si aspettava, "ma - ha detto - il problema è l'Europa, al Parlamento europeo sono entrate le stesse forze politiche che ci vogliono tagliare tutto in Italia,  ci accusano di fare più investimenti e poi ci mettono in prescrizione se non lo facciamo". 
Un ultimo appello poi ai cittadini per il candidato sindaco: "vi chiedono di eleggere Roberto perché - ha concluso - Roberto quando nomina una giunta lo fa in base al merito e non sentendo i capi bastone, saranno persone giuste perchè hanno competenza e sanno di quello che parlano e questa sfida si vince o si perde se si riporta il merito all'interno di questa città". 
Di Maio ha poi salutato i cittadini con una promessa: "cercherò di tornare per la sfilata dei Misteri e spero di essere accanto a Roberto Gravina con la fascia tricolore".