Campobasso. Cronaca del primo Consiglio comunale dell'amministrazione Gravina

A poco meno di un mese dalla ufficializzazione degli eletti oggi 1 luglio si è svolto il primo Consiglio comunale dell'Amministrazione Gravina. L'assise, prima dell'elezione del presidente del Consiglio è stata presieduta dal secondo consigliere anziano dopo Salvatore Colagiovanni per cifra elettorale, ovvero Margherita Gravina, la quale ha dato lettura della convalida degli eletti e dei consiglieri in sostituzione dei quattro nominati assessori, vale a dire Paolo Adamo, Monica Scoglietti, Nicola Giannantonio e Anna Petrecca.

Si è poi proseguito con il giuramento del Sindaco Gravina, il quale ha dichiarato di essere emozionato e pronto a ricoprire con senso di responsabilità il ruolo che la città di Campobasso gli ha designato. 

Convalidata anche la nomina degli Assessori comunali, nelle persone di Giuseppe Amorosa Assessore ai Lavori Pubblici e all'Urbanistica,  Luca Praitano Assessore alle Politiche sociali e allo Sport, Simone Cretella  Assessore all'Ambente, Polizia Municipale e Mobilità,  Paola Felice Assessore alle Attività Produttive e alla Cultura e a cui va anche il ruolo di vicesindaco e Giuseppina Panichella, Assessore esterno al Bilancio e al Patrimonio.

 

Si è poi passati all'elezione del Presidente del Consiglio comunale. Ad essere eletto in seconda votazione con 21 preferenza è stato Tonino Guglielmi, 8 preferenze per Salvatore Colagiovanni, nominato vice presidente vicario.

"Il mio compito sarà quello di tutelare e garantire le prerogative del Consiglio, fornendo a ciascuno di voi la possibilità di espletare nel migliore dei modi il proprio mandato, in una dialettica democratica e costruttiva. - ha dichiarato Guglielmi ai consiglieri al momento della sua nomina - Il ruolo di rappresentanza dell'Ufficio di Presidenza mi impone, infatti, di assumere un comportamento neutrale, essendo prioritaria l'esigenza di assicurare il perfetto funzionamento dell'organo collegiale che mi onoro, da oggi, di presiedere, nel rispetto della legge, dello Statuto e del Regolamento del Consiglio Comunale. Oggi posso promettervi - ha detto in conclusione il nuovo Presidente del Consiglio comunale  - che il mio impegno sarà quello di favorire l'esaltazione del dibattito e del confronto che, sebbene potranno in talune occasioni essere accesi e sostenuti con vigore, vi invito ad improntare sempre sul rispetto dell'altro e sulla lealtà all'istituzione che ci preghiamo di rappresentare".

 

La seduta è proseguita poi con la costituzione dei gruppi consiliari e i relativi capigruppo. Il capogruppo di Popolari per l'Italia, per cui sono stati eletti Colagiovanni e Fasolino è lo stesso Colagiovanni, per la Lega il gruppo composto  dai consiglieri Pascale, Tramontano e D'Alessandro, il capogruppo è Tramontano. Per Forza Italia il consigliere e capogruppo è EspositoSabusco è il capogruppo di È ora e Annuario quello di Fratelli d'Italia. Vinciguerra è il capogruppo del MoVimento 5 Stelle, mentre Trivisonno è il capogruppo del Partito Democratico che vede tra le sue fila oltre a Trivisonno anche i consiglieri Chierchia e Salvatore. Antonio Battista ha confermato la propria presenza e rappresentanza nella lista che lo ha visto candidato alle ultime elezioni, ovvero quella dei Socialisti, Ambientalisti, Progressisti per Campobasso.

Si è passati poi alle votazioni inerenti la Commissione elettorale comunale di cui faranno parte il sindaco Gravina e tre Consiglieri effettivi e tre supplenti, due per la maggioranza e uno per la minoranza. Tra i rappresentanti effettivi, per la maggioranza sono stati eletti Simonetti con 11 voti, Vinciguerra  con 9 voti, mentre per la minoranza Esposito con 8 voti. I rappresentati supplenti risultano essere eletti per la maggioranza, Bartolomeo con 11 voti, Di Iorio con 9 voti, mentre per la minoranza Annuario con 7 voti.

Su questo punto è intervenuto il consigliere di opposizione Alberto Tramontano il quale ha invitato il Sindaco a fare una riflessione e cioè di considerale la possibilità di rivedere le regole per la scelta degli scrutatori tenendo fede anche a quanto dichiarato in passato quando l'attuale maggioranza era all'opposizione e quindi di trovare la modalità per garantire il ruolo di scrutatore a chi si trova in stato di disoccupazione o in una situazione poco abbiente. Una proposta accolta positivamente dal primo cittadino il quale ha dichiarato di impegnarsi inseme alla sua maggioranza a trovare una giusta soluzione a riguardo.

La seduta si è conclusa con la convalida dell'elezione del consigliere comunale straniero aggiunto, Louzi El Khatir.

Come ricordato dai consiglieri Salvatore e Trivisonno questo atto è stato voluto fortemente dall'amministrazione Battista e ha così consentito di coinvolgere una parte della città. Ricordiamo infatti che il Consigliere comunale straniero aggiunto, è stato eletto dagli stranieri della città di Campobasso e Louzi El Khatir ha ottenuto 97 voti, risultando il più votato.

Il benvenuto al Consigliere comunale straniero aggiunto, che durante i lavori dell'assise di Palazzo San Giorgio non ha diritto di voto, è stato dato a nome della città e di tutti i consiglieri dal Sindaco Gravina, "porteremo avanti - ha detto il primo cittadino - un percorso condiviso e questa elezione va ad applicare una norma dello Statuto comunale.  Siamo pronti - ha aggiunto - a recepire ogni suggerimento che riguarda la città di Campobasso e ci sarà sicuramente un lavoro di ascolto e di inclusione".

 MirIac