Olimpiadi di Problem Solving: buoni risultati per la scuola primaria di Cantalupo nel Sannio

Quest’anno nelle scuole di ogni ordine e grado il COVID ha imposto una rimodulazione della didattica e di conseguenza di tutte quelle attività che ruotano intorno ad essa. Nonostante ciò la scuola primaria di Cantalupo nel Sannio, appartenente all’Istituto Comprensivo COLOZZA di Frosolone, è riuscita a portare avanti l’ambizioso progetto nazionale delle OPS 2020, meglio conosciuto con il nome di Olimpiadi di Problem Solving.

Si tratta di un progetto promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il quale propone di incentivare l’Informatica e il pensiero algoritmico/computazionale, attraverso attività coinvolgenti che si applicano alle diverse discipline. Un progetto altamente formativo, volto alla valorizzazione delle eccellenze e che allo stesso tempo sviluppa in tutti gli alunni una serie di abilità utili nella vita futura. Le “giovani menti” vengono, infatti, allenate a focalizzare i problemi, analizzare situazioni, ipotizzare soluzioni e scegliere la più appropriata al problema stesso.

Nella scuola primaria è rivolto alle classi quarte e quinte e tra gli argomenti delle prove propone: regole e deduzioni, fatti e conclusioni, grafi, pianificazione, statistica elementare, relazioni tra elementi di un albero, crittografia, programmazione dei movimenti di un robot, movimenti di pezzi degli scacchi.

La scuola di Cantalupo nel Sannio, che tra l’altro accoglie alunni provenienti anche da Roccamandolfi e Santa Maria del Molise, è l’unica scuola primaria della nostra regione ad aver partecipato alle Olimpiadi di Problem Solving. Un elogio particolare va agli alunni in gara che, nonostante fossero già in vacanza, hanno continuato ad allenarsi per poter affrontare la fase finale svoltasi in modalità online nella prima settimana di luglio. Si è trattato di una inconsueta edizione delle OPS che ha voluto riconoscere a tutti i partecipanti l’impegno profuso; una sfida ambiziosa per docenti ed alunni e, nonostante non sia stata stilata una vera e propria classifica finale, il numero dei quiz risolti esattamente dalla squadra della primaria di Cantalupo nel Sannio è andato ben oltre le aspettative.

Al di là del punteggio conseguito, rimane il fatto che il Problem Solving ha il potere di promuovere  negli alunni la capacità di elaborare un pensiero creativo/produttivo, da contrapporre a quello riproduttivo che procede per automatismi. Questo approccio implica, infatti, un ragionamento strutturato e finalizzato alla risoluzione di una situazione complessa, che non può essere ottenuta con l’automatica applicazione di procedure già note né con un approccio istintivo o intuitivo.

Forti di queste convinzioni, nella scuola primaria di Cantalupo ogni anno le insegnanti propongono il progetto extracurricolare OPS con la duplice finalità di migliorare le competenze degli alunni e di dare loro la preparazione necessaria per poter affrontare con serenità il percorso delle gare  di istituto, regionali e poi nazionali  delle Olimpiadi di Problem Solving.