Sanità. E' emergenza anestesisti nei nosocomi molisani

L' emergenza anestesisti non coinvolge solo il Cardarelli di Campobasso ma il problema della carenza di 'rianimatori anestesisti', essenziali per garantire il funzionamento delle Sale Operatorie e le Terapie intensive, riguarda diversi Ospedali molisani. I buchi in organico per gli anestesisti interessano anche gli altri ospedali della regione. Su 60 previsti, quelli in servizio effettivo sono meno di 30. 

La Pianta Organica dell'Azienda Sanitaria in Molise prevede circa 60 anestesisti ma oggi sarebbero in servizio meno della metà. Oltre i 9 in servizio al Cardarelli di Campobasso, sono presenti altri 9 al Veneziale di Isernia, mentre solo 7 al San Timoteo di Termoli. Questa emergenza a Temoli si traduce con l'uso della Sala Operatoria una sola volta a settimana per ogni reparto. Al San Timoteo è stata anche dimezzata la doppia guardia, visto che esiste anche il punto nascita, si è passati alle 12 ore al giorno invece di 24. 

Al Veneziale i 9 anestesisti rianimatori in servizio devono garantire turni delle guardie in Terapia Intensiva 24 ore su 24, oltre alle attività operatorie e l'ordinarie attività nell'ambulatorio di terapia Antalgica.