Alimentazione: i consigli di donne impresa Coldiretti per tornare in forma dopo le feste

La pandemia non ha mutato le abitudini degli italiani a tavola, ritornare in forma dopo i pranzi luculliani delle feste natalizie è un obiettivo che tutti si prefiggono ma che non sempre risulta così agevole da raggiungere. Per questo Coldiretti Donne Impresa, il movimento femminile di Coldiretti ha elaborato un semplice ed utile vademecum su come liberarsi dei chili di troppo accumulati durante le ultime festività mangiando alimenti sani e genuini.
 
I consigli delle donne imprenditrici di Coldiretti partono dall’assunto che non bisogna restare digiuni o quasi per tornare in forma. Al contrario i pasti della giornata devono essere consumati regolarmente ma prediligendo alimenti ricchi di fibre, potassio e magnesio, come tutta la frutta e la verdura fresca di stagione, ma anche carne e pesce fresco, oltre alla pasta e al pane che, nelle giuste quantità non devono mancare in una dieta equilibrata. 
 
In prima linea, al lavoro nei campi come in famiglia, le imprenditrici di Coldiretti conoscono bene, come tutte le donne, l’importanza di una sana alimentazione per se e per i propri cari e per questo invitano a consumare gli alimenti semplici ma nutrienti del nostro territorio, meglio se a km zero, come tutti i prodotti in vendita nei mercati di Campagna Amica fra cui quello di piazza Cuoco a Campobasso.
 
«Nelle ultime settimane – spiega Rosanna De Paola, Presidente regionale di Coldiretti Donne Impresa e agrichef del mercato coperto di Campagna Amica di Campobasso – è aumenta, specie da parte della clientela femminile, la richiesta di verdure cotte da asporto, come anche di primi a base di legumi e verdure, ad esempio zuppe contadine ma anche lasagne con broccoli, zucca ed altre verdure di stagione che arricchiscono secondi a base di carne e pesce. Un segnale importante, questo – conclude la nostra agrichef - che testimonia come i consumatori stiano comprendendo sempre più che per rimettersi in forma la cosa più importante è mangiar sano, prediligendo cibi genuini a km zero, tracciati e garantiti dai produttori.»