VACCINO: TERZA DOSE, PER CHI AVEVA FATTO ASTRAZENECA COSA C'È DA SAPERE - Molise Web giornale online molisano

Vaccino: terza dose, per chi aveva fatto Astrazeneca cosa c'è da sapere

Le terze dosi di vaccino anti-COVID proseguono a gonfie vele. Il Ministro della Salute, in correlazione con il Comitato Tecnico Scientifico, ha dato il via libera alla somministrazione dopo 150 giorni dall’ultimo richiamo, quindi dopo 5 mesi.
Ma per chi aveva fatto il vaccino anti-coronavirus con AstraZeneca, che succede? C’è una cosa importante da sapere …
Per la terza dose, come riportato anche dal quotidiano Repubblica, vengono somministrati solo sieri a mRna e non c'è nessun problema a combinare questi tipi di vaccini per il richiamo.
Lo ha chiarito il virologo Fabrizio Pregliasco, docente all'università Statale di Milano. In sostanza, quindi, a chi ha fatto Astrazeneca con prima e seconda dose, la terza sarà somministrata con Pfizer o Moderna.
"La terza dose di Pfizer è intera, quella di Moderna viene fatta con metà dose, ma non c'è problema a fare l'uno o l'altro sulla base della disponibilità. Per chi ha fatto AstraZeneca il richiamo sarà sempre e solo con un vaccino a mRna perché in questo momento l'Italia ha questa tipologia di vaccini, e va bene perché la vaccinazione eterologa ha un risultato molto intenso", ha spiegato l'esperto.
Come fare a prenotare la terza dose? Dal 25 novembre anche i 40enni possono ri-vaccinarsi. Nelle Marche, in Calabria e in Abruzzo si potrà stabilire una data tramite il sito di Poste italiane o attraverso il call center. In Emilia Romagna si può contattare il Centro Unico di Prenotazione regionale, mentre nel Lazio si passa attraverso la piattaforma della Regione. Idem per Molise e Piemonte, che hanno siti dedicati, così come la Lombardia (in questo caso gestito sempre da Poste).
In Friuli Venezia Giulia ci sono gli sportelli del Cup o il call center apposito, mentre in Liguria, Puglia e nelle Province di Trento e Bolzano sono stati messi a disposizione degli utenti dei portali dedicati. In Sicilia e Sardegna è possibile utilizzare il portale di Poste Italiane, mentre in Umbria e Toscana ci sono le piattaforme regionali.
Ci sono anche regioni nelle quali sarà possibile ricevere la terza dose di vaccino anti-COVID semplicemente recandosi ai centri vaccinali senza alcuna prenotazione. Niente prenotazione anche in Basilicata: è sufficiente recarsi presso gli hub con la tessera sanitaria oppure rivolgersi al medico di famiglia (qualora abbia aderito all'iniziativa). In Puglia è possibile ricevere la dose aggiuntiva del vaccino anche presentandosi, anche in questo caso senza prenotazione, in una delle sedi vaccinali nelle giornate e negli orari indicati in calendario. In Campania, da mercoledì 1° dicembre, tutti gli over 18 possono già prenotarsi per la dose booster o recarsi nei centri vaccinali con accesso diretto laddove previsto.