TAGLIO DI 673MILA EURO DELLA REGIONE AL FONDO IN FAVORE DEI MENO FORTUNATI, FACCIOLLA:"COMUNI LASCIATI SOLI" - Molise Web giornale online molisano

Taglio di 673mila euro della regione al fondo in favore dei meno fortunati, Facciolla:"Comuni lasciati soli"

"La Regione Molise con la DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 7877 DEL 16-12-2021, ha liquidato agli Ambiti Sociali la propria quota di cofinanziamento alla spesa sociale 2021 con un importo € 357.000 a fronte di un impegno nel Piano Sociale Regionale di € 1.030.000".
A parlare è il Consigliere della Regione Vittorino Facciolla.
"Per l’ennesima - prosegue il consigliere -  volta questo governo regionale sceglie di non voler investire sulla popolazione più fragile, lasciando così le amministrazioni comunali, soprattutto i Comuni Capofila, ancora più soli e con meno risorse per fronteggiare i problemi socio-sanitari che la pandemia sta portando con sé.
Il forte taglio apportato, dal mio punto di vista, produce alcuni effetti che non possiamo permetterci in questa fase storica in cui le diseguaglianze sociali rischiano di acutizzarsi.
Il Fondo Sociale Regionale viene utilizzato dagli Ambiti per garantire alcuni livelli essenziali di prestazione, definiti per legge, come l’assistenza disabili, anziani e per potenziare gli interventi socio-scolastici per alunni con disabilità, nonché il rafforzamento dei servizi di welfare.
Dopo la contrazione dei LEA sanitari passati nell’ultimo anno da 180 a 160, dopo che in 5 anni si era riusciti a farli passare da 140 a 180, bisogna assistere ad un ulteriore balzo indietro nella tutela delle prestazioni essenziali.
Questa riduzione di oltre 600.000€, inoltre, ha una inevitabile ricaduta negativa sui valori occupazionali delle lavoratrici e lavoratori del sociale (circa 30 lavoratori rischiano il proprio posto), in una fase in cui non possiamo consentire l’arretramento dei diritti occupazionali dei nostri cittadini, nemmeno di un centimetro.  
Oltre a eludere la fiducia dei cittadini, questo governo regionale, con questo provvedimento, colpisce anche la fiducia delle amministrazioni comunali, che garantiscono il loro cofinanziamento alla spesa sociale in percentuale sulla base anche di quanto la Regione si impegna a riconoscere agli Ambiti.
Il taglio quindi avrebbe un possibile effetto domino su tutto il sistema di finanziamento.
Se le amministrazioni locali dovessero ragionare con la stessa logica regionale potremmo assistere ad un ulteriore taglio di spesa € 230.000.
Sono convinto - conclude Facciolla - 
che le amministrazioni comunali, a differenza del governo regionale, sapranno mantenere fede a quanto promesso in termini di risorse interrompendo questa escalation verso il basso.
Ancora una volta siamo costretti ad assistere ad una scarsa attenzione del governo regionale nei confronti delle problematiche delle amministrazioni locali e una scarsa sensibilità verso i diritti dei cittadini molisani sia come accesso ai servizi socio-sanitari sia come tutela occupazionale".