STABILIZZAZIONE PRECARI COVID, FANELLI: "COLPA DELLE SCELTE SBAGLIATE DI TOMA E FLORENZANO" - Molise Web giornale online molisano
Sabato - 04 Febbraio 2023

Stabilizzazione precari Covid, Fanelli: "Colpa delle scelte sbagliate di Toma e Florenzano"

«Hanno rischiato la propria vita per salvare quella degli altri. Hanno lavorato senza sosta e senza paura nel periodo più grave dell’emergenza Covid. Hanno fornito e continuano a fornire un valido aiuto a tutti i reparti dove sono impiegati. E ora, per colpa delle scelte sbagliate di Toma e Florenzano, dopo tante belle parole di ringraziamento, rischiano di non essere rinnovati e di essere mandati a casa. - le parole della Consigliera regionale Micaela Fanelli - Per i 280 operatori sanitari precari, ieri in presidio dinanzi la Prefettura di Campobasso, ora c’è bisogno di fatti, non più di vane promesse.
E l’unica soluzione percorribile per la stabilizzazione dei nostri “Angeli del Covid”, resta quella di un emendamento alla legge di Bilancio.
Una strada, l’unica, già individuata da tempo anche in Consiglio Regionale, tentata dalla precedente delegazione parlamentare, sembrerebbe riproposta. E speriamo possa davvero portare alla stabilizzazione dei 280 operatori molisani, indispensabili anche per rimpinguare gli organici sempre più risicati dell’Asrem. Una necessità per la Sanità molisana, ma anche un dovere morale nei confronti di chi ha dato tanto, senza ricevere in cambio nulla.
Poi sarà necessario capire cosa accadrà sul cosiddetto Decreto Molise, perché al di là dello strumento, lo Stato deve dare copertura finanziaria alle stabilizzazioni. E per arrivarci, ci vuole una notevole forza politica.
In attesa, delle altre faticose tappe di questa Via Crucis, in Prefettura o dove sarà, ci auguriamo che la delegazione parlamentare mezza molisana e mezza romana riesca ad esprimerla e assicurare continuità contrattuale alle 280 persone che, ad oggi, dovranno lasciare il loro lavoro il prossimo 31 dicembre.
Ricordo, infatti, che tra le fila della delegazione oggi figura anche un vice presidente (romano) della Commissione Bilancio in Senato: sarà questa l’occasione giusta per capire se davvero è disposto a spendersi per i diritti dei cittadini di questa terra!»