COVID, SINDACATO OPERAI AUTORIZZATI: "BASTA TRAUMI PSICOLOGICI. PER I BAMBINI TAMPONI E TEST NON INVASIVI" - Molise Web giornale online molisano

Covid, Sindacato Operai Autorizzati: "Basta traumi psicologici. Per i bambini tamponi e test non invasivi"

Il SOA, Sindacato Operai Autorizzati, attraverso una nota stampa, espone le proprie perplessità e preoccupazioni in merito ai metodi utilizzati per il monitoraggio covid, chiedendo altresì una maggiore tutela per i bambini e i soggetti più deboli ormai "traumatizzati" dai tamponi invasivi.

«Quello dei tamponi è diventato un vero trauma psicologico- dichiara il Coordinamento regionale-, anche per le famiglie coinvolte. Si vuole stare tranquilli e monitorare il virus ma é inammissibile che il governo nazionale e la maggior parte delle regioni si ostinino ad applicare nuovi esami anticovid infilando uno stecco nel naso fino in fondo a tutti, senza considerare la vulnerabilità di alcuni soggetti. Questo si tramuta in violenza e non é tutela della salute.

A pagare le conseguenze più gravi del covid sono proprio i soggetti più fragili, a causa della mancanza di cure per altre patologie, e i bambini- continua la nota-. Basti vedere quello che é successo in questi giorni in cui, per la riapertura delle scuole in presenza, abbiamo assistito nuovamente a scene di panico da parte di alcuni bambini, di età inferiore ai 6 anni, che si opponevano con pianti e resistenze verso gli operatori sanitari che effettuavano i test invasivi covid 19.

Alcuni medici e psicologi hanno chiaramente espresso dubbi su questi metodi forzati e ripetitivi. Con questo- spiega- non vogliamo sminuire le azioni di prevenzione e lotta al covid anche da parte di sindaci e scuole che organizzano spesso screening ed esami di monitoraggio, ma non possiamo restare in silenzio su questi metodi invasivi e traumatici.

Il SOA, dunque- conclude-, porterà avanti anche questa battaglia a favore, e per il diritto alla salute e la sicurezza, dei piú deboli. Il covid esiste, come i test e i tamponi non invasivi, e vanno applicati.

In queste ore é stata inviata una nota di richiesta urgente al governo, regione ed Asrem».