SPORT E INCLUSIONE SOCIALE, LA PROPOSTA DI ANCI MOLISE: 700 MILIONI PER RIGENERARE O COSTRUIRE NUOVI IMPIANTI - Molise Web giornale online molisano

Sport e inclusione sociale, la proposta di Anci Molise: 700 milioni per rigenerare o costruire nuovi impianti

Un fondo di 700 milioni “per incrementare l’inclusione e l’integrazione sociale attraverso la costruzione o la rigenerazione di impianti sportivi che favoriscano il recupero di aree urbane”. Sono gli obiettivi delineati dai due Avvisi pubblici (scadenza: 22 aprile) di invito a manifestare interesse nell'ambito del PNRR progetto “Sport ed inclusione sociale”. 

Tre i 'cluster' di intervento: il primo è dedicato alla realizzazione di nuovi impianti (dotazione finanziaria di 350 milioni di euro); il secondo alla rigenerazione di impianti esistenti (dotazione finanziaria di 188 milioni di euro); il terzo ad interventi proposti dai Comuni e rilevanti per le Federazioni sportive Nazionali e Paralimpiche (dotazione finanziaria di 162 milioni di euro). 

Strutture polivalenti, Cittadelle dello sport, piscine
Destinatari del primo Avviso pubblico, riferito ai Cluster 1 e 2, sono Comuni capoluogo di Regione, ai Comuni capoluogo di Provincia con popolazione superiore ai 20.000 abitanti e ai Comuni con popolazione superiore ai 50.000 abitanti, intenzionati a realizzare o rigenerare impianti polivalenti indoor, Cittadelle dello sport o impianti natatori. I Comuni interessati, in possesso dei requisiti richiesti nell’Avviso, dovranno far pervenire la manifestazione di interesse entro e non oltre le ore 12 del 22 aprile 2022.

Il coinvolgimento delle Federazioni
Quanto al secondo Avviso pubblico, riferito invece al Cluster 3, esso si rivolge a tutti i Comuni ed è finalizzato alla realizzazione di nuovi impianti o alla rigenerazione di impianti esistenti che siano di interesse delle Federazioni Sportive. Attraverso il coinvolgimento di queste ultime si punta ad “accrescere l’efficacia delle iniziative per la promozione della cultura sportiva e della partecipazione allo sport, garantendo la medesima visibilità a tutte le discipline”. I Comuni interessati, in possesso dei requisiti richiesti nell’Avviso, dovranno far pervenire la manifestazione di interesse entro e non oltre le ore 12 del 22 aprile 2022.