ACCOLTELLÒ PADRE E FRATELLO, VENAFRANO GIUDICATO NON IMPUTABILE - Molise Web giornale online molisano

Accoltellò padre e fratello, venafrano giudicato non imputabile

 Era il febbraio 2020, quando al culmine di una violenta lite scoppiata in casa accoltellò il padre e il fratello. Questa mattina, in tribunale a Isernia, è arrivata la sentenza di assoluzione per il 32enne venafrano,  finito davanti al giudice con l'accusa di tentato omicidio.  Al ragazzo, difeso dall'avvocato Gianluca Giammatteo, è stata riconosciuta la non imputabilità ed è quindi arrivato il proscioglimento ai sensi dell'articolo 469 del Codice di procedura penale.