LIGUORI ED EMMAUSSO IPOTECANO LA SALVEZZA. PAREGGIO AL CARDIOPALMA NEL MINI-RECUPERO CON LA TURRIS - Molise Web giornale online molisano
Campobasso – Turris 3-3

Liguori ed Emmausso ipotecano la salvezza. Pareggio al cardiopalma nel mini-recupero con la Turris

di Marco Bruni

Un passo alla volta verso la salvezza. Sembra essere questo il motto del Campobasso che questo pomeriggio ha fermato sul 3-3 una Turris tutt’altro che irresistibile.

Le due formazioni sono scese in campo consapevoli di dover dare il massimo considerato l’anomalo minutaggio a disposizione. Solo 45 minuti partendo dall’1-2 dello scorso 26 febbraio.

Un recupero che ha visto i rossoblù partire a mille senza un attimo di respiro premendo, fin dai primi minuti, sull’acceleratore alla ricerca del pareggio.

Atteggiamento super offensivo non privo di rischi che ha consentito ai campani di avere a disposizione ampi spazi per le ripartenze.

Al secondo giro di lancette, infatti, Leonetti si ritrova davanti una prateria ma, a tu per tu con il ritrovato e impeccabile Zamarion, spreca tutto facendosi ipnotizzare.

Al 58’ di questa seconda frazione di gioco è ancora Liguori a mettere la firma: Pace la mette in mezzo, Loreto sbaglia il rinvio e il numero 21 rossoblù non perdona freddando l’incolpevole Pernia per il meritato pareggio.

I lupi continuano a macinare gioco mettendo letteralmente alle corde i biancorossi.

Tre minuti dopo il gol Rossetti ci prova da fuori ma alza la traiettoria della sfera di poco sopra la traversa.

Al minuto 64 il Campobasso ha l’occasione per chiudere i giochi. Perina non trattiene un tiro da fuori e Liguori, in agguato, tenta di realizzare il gol del sorpasso ma viene atterrato in modo netto.

Il direttore di gara, senza indugio, assegna il penalty. La palla “scotta” e dagli undici metri si presenta Rossetti che, poco convinto, sbaglia clamorosamente.

La Turris risorge e prende man mano coraggio arrivando, a dieci dal termine, al nuovo inaspettato vantaggio.

Una doccia freddissima per tutti ma non per Liguori che merita l'appellativo di "uomo delle sfide impossibili". Quando ormai sembra tutto finito, all’ultimo respiro, l’esterno rossoblù sale ancora una volta in cattedra e arpiona la sfera proveniente da un cross in piena area di rigore. Il difensore ospite non può far altro che atterrarlo costringendo il direttore di gara ad assegnare la seconda massima punizione di giornata.

Dopo Rossetti è Emmausso ad incaricarsi della battuta realizzando, con freddezza, l’insperato e definitivo pareggio che fa letteralmente esplodere il Romagnoli che sarà chiamato a riempirsi in ogni ordine di posto domenica prossima, 10 aprile alle ore 14.30, quando il Campobasso affronterà quella che potrebbe essere la sfida decisiva contro il fanalino di coda Vibonese.

I prezzi ultra popolari decisi dalla società potrebbero portare a Selvapiana, per la prima volta al 100% della capienza consentita, oltre 7.000 spettatori a far da cornice ad una giornata che tutta la piazza si augura possa terminare con la tanto cercata, quanto meritata, festa salvezza.

 

 

 

Formazioni

CAMPOBASSO (4-3-3): Zamarion; Sbardella, Menna, Dalmazzi, Pace; Nacci, Persia, Candellori; Liguori, Rossetti, Bolsius

A disposizione: Raccichini, Coco, Vanzan, Bontà, Ladu, Emmausso, Martino, Di Francesco, Giunta, Fabriani, Merkaj

Allenatore: Giuseppe Antognozzi

 

TURRIS (3-4-3): Perina; Manzi, Di Nunzio, Varutti; Loreto, Franco, Tascone, Finardi; Giannone, Pavone, Leonetti

A disposizione: Abagnale, Esempio, Sbraga, Zampa, Bordo, Zanoni, Iglio, D'Oriano, Nunziante

Allenatore: Bruno Caneo

 

Arbitro: Angelucci di Foligno