SCUOLA, LA PROFESSORESSA MARTUSCIELLO RICEVE LETTERA DI ENCOMIO DALLA MINISTRA BIANCHI - Molise Web giornale online molisano

Scuola, la professoressa Martusciello riceve lettera di encomio dalla Ministra Bianchi

All’interno delle molteplici attività formative promosse a favore dell’educazione civica, e in particolare della shoah, la prof.ssa Italia Martusciello, già Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana, ha ricevuto una lettera di encomio da parte del Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi.

"Gentile Prof.ssa Martusciello - si legge nella lettera - desidero ringraziarLa per avermi reso partecipe della realizzazione del progetto dedicato alla memoria dell'Olocausto, che ha sottratto all'anonimato l'edificio del Comune di Bojano dove furono internati bambine e bambini, donne e uomini appartenenti alla comunità Rom, Sinti, cinese ed ebraica.

Il Suo impegno sociale e di tutti coloro che hanno collaborato a questo progetto è un prezioso esempio per assumere consapevolezza dell'importanza della memoria e del fondamentale valore che essa persegue, affinché ricordando i fatti accaduti si possa impedire che l'odio e la discriminazione possano ancora diffondersi in violazione dei diritti umani.

Desidero esprimerLe le mie più sentite congratulazioni e il pieno apprezzamento per il lavoro svolto.

La rappresentazione fotografica della cerimonia di apposizione della targa commemorativa suggerisce appieno l’impegno comune e condiviso di tutta la Comunità educante.

Grazie alla Vostra perseveranza, i valori della memoria, della solidarietà, dell'uguaglianza si sono tradotti in azioni concrete di attiva e responsabile partecipazione.

Educare alla memoria è un dovere di tutti noi e la Nostra Scuola, comunità accogliente ed inclusiva, ha un ruolo fondamentale nel sensibilizzare i Nostri ragazzi alla memoria, all'uguaglianza, al rispetto e alla solidarietà.

È senz'altro da condividere l'impegno di solidarietà sociale e civile di cui il Vostro progetto si è fatto promotore, attraverso la denuncia degli odiosi crimini di persecuzione verso esseri umani avvenuti in quel luogo, affinché chiunque passi di lì partecipi alla memoria per costruire una società più giusta per tutti e per ognuno.

Nel rinnovare la mia stima per la Vostra meritoria iniziativa, invio un caro saluto a Lei e tutta la Comunità di Bojano"