AGRICOLTORI IN PROTESTA A CAMPOBASSO IL 3 MAGGIO, NOLA (M5S): "COLPA DELL'INCONCLUDENZA DEI VERTICI REGIONALI" - Molise Web giornale online molisano

Agricoltori in protesta a Campobasso il 3 maggio, Nola (M5S): "Colpa dell'inconcludenza dei vertici regionali"

Il portavoce M5S in Consiglio regionale Vittorio Nola  si esprime a sostegno della manifestazione organizzata da coltivatori e imprenditori per martedì 3 maggio a Campobasso- Queste le sue parole:
"Esprimo il mio totale sostegno ai comitati agricoli indipendenti e spontanei che martedì prossimo 3 maggio saranno in protesta a Campobasso. Sono ormai troppe le difficoltà per gli imprenditori che investono risorse economiche e passione nel settore; troppe le criticità per chi si occupa direttamente di quelle produzioni agricole di qualità che per anni hanno consentito di valorizzare vitigni, tartufi, ortaggi, olio, latte, mozzarelle, grano, mais e tanto altro. Accanto a questi problemi non dimentichiamo certo l'emergenza cinghiali, mai affrontata con decisione e risolutezza, ma soltanto sviata spostando l'attenzione sull'operato del Governo nazionale. Né bisogna tacere i problemi legati all'acqua, in particolare all'irrigazione dei campi e alla difficile situazione economico-finanziaria del sistema dei Consorzi di Bonifica molisani. Teniamo conto che per i proprietari dei fondi agricoli, una parte consistente degli oneri finanziari dipende dai contributi di bonifica che si versano a questi Enti pubblici economici a cui la Regione Molise non fornisce supporto né soluzioni alla montagna dei debiti accumulati. Parliamo di Consorzi che, ad esempio nei casi di Termoli e Larino, dal 2018 sono commissariati e nulla si sta facendo per consentire nuove elezioni. L'immobilismo e l’inconcludenza su tutti questi temi porta la firma del presidente di Regione Donato Toma e quella dell'assessore regionale Nicola Cavaliere ai quali in questi anni abbiamo sempre proposto soluzioni sulla base degli esempi virtuosi delle altre regioni. Soluzioni che martedì prossimo, accanto a coltivatori, allevatori e imprenditori, sarò ben lieto di riproporre".