FEMMINICIDIO A FROSINONE, LA SCRITTA SU UN QUADERNO DI IALONGO: NON VOLEVO UCCIDERLA, LA AMO - Molise Web giornale online molisano
Le procure di Frosinone e Latina ricostruiscono i fatti in una conferenza stampa

Sono stati resi noti i particolari della conferenza stampa svoltasi a Frosinone sul femminicidio di Romina De Cesare, la 36enne originaria di Cerro al Volturno trovata cadavere nella serata di ieri uccisa con 7 coltellate.

Come riporta Frosinone Today Pietro Ialongo, il 38enne reo confesso, avrebbe sostenuto: "non volevo ucciderla la amo".  Questa l'orribile sfumatura venuta fuori durante la conferenza stampa.

Era annotata su un taccuino che polizia e carabinieri hanno rinvenuto nel corso di una perquisizione. Il termine amore usato impropriamente. Non si ama quando si ammazza e questo non finiremo mai di sostenerlo

DALLA PROCURA 

"Le indagini - spiegano i due procuratori di Frosinone e Latina, Guerriero e De Falco -, sono sorte a seguito di segnalazione dell'attuale compagno, insospettito dal fatto che la donna non dava più notizie dalla notte precedente; il successivo intervento della Squadra Mobile di Frosinone nell'abitazione della stessa consentiva di costatare la presenza del cadavere riverso al suolo della Romina De Cesare, uccisa da diverse coltellate.

Veniva quindi effettuato un sopralluogo nell'abitazione della donna a Frosinone dai magistrati della procura di Frosinone con l'assistenza di personale della Polizia Scientifica di Roma e del medico legale e si ricercavano tutti gli elementi utili per l'individuazione del responsabile dell'omicidio. Nel frattempo, i Carabinieri di Sabaudia notavano aggirarsi sul litorale pontino in uno stato confusionale l'ex fidanzato della vittima con escoriazioni e graffi, giunto con la sua auto Audi A 4; lo stesso veniva condotto presso l'ospedale Goretti di Latina per le necessarie cure".

LE INDAGINI

"Le indagini successive - prosegue la nota stampa - facevano emergere l'esistenza di una serie di contrasti tra la vittima e l'ex fidanzato, accresciuti a seguito della nuova relazione della donna con un'altra persona. Inoltre, una serie di elementi rinvenuti attraverso l'accurato sopralluogo e le indagini effettuate nell'immediatezza portavano ad individuare i presupposti per considerare l'ex fidanzato come indagato del reato di omicidio ai danni della Romina De Cesare. ( ph Frosinone Today il luogo dove è stato ritrovato Ialongo).