METALMECCANICI NON ISCRITTI AL FONDO METASALUTE. IL TRIBUNALE DI LARINO ACCOGLIE IL RICORSO DI 7 LAVORATORI TERMOLESI - Molise Web giornale online molisano

Metalmeccanici non iscritti al fondo Metasalute. Il tribunale di Larino accoglie il ricorso di 7 lavoratori termolesi

Un’importante vittoria giudiziale quella di sette lavoratori iscritti alla FIOM CGIL, dipendenti di un’azienda del settore metalmeccanico operante a Termoli.
La società datrice di lavoro (CAM SRL) non aveva provveduto ad iscrivere i dipendenti al Fondo METASALUTE che garantisce a tutti i metalmeccanici di beneficiare di prestazioni sanitarie a fronte del pagamento di un contributo mensile da parte dell’impresa.
Si tratta di WELFARE aziendale previsto e disciplinato dal CCNL di settore, che consiste nell’insieme di tutte quelle iniziative di natura contrattuale volte a incrementare il benessere del lavoratore e della sua famiglia attraverso modalità “alternative” alla retribuzione che possono consistere sia in somme rimborsate, sia nella fornitura diretta di servizi, o in un mix delle due soluzioni.
I sette lavoratori, dunque,  si sono rivolti al Tribunale di Larino per ottenere giustizia e vedersi così riconosciuta l’iscrizione sin dalla data di assunzione.
Il giudice del lavoro, dottoressa Silvia CUCCHIELLA, ha accolto il ricorso e ha ordinato alla CAM SRL di riconoscere ai ricorrenti l’immediata iscrizione al Fondo, ed ha, inoltre, condannato la società al pagamento del risarcimento del danno parametrato alle quote di contributi non versate, oltre alle spese legali.
Grande soddisfazione della FIOM CGIL, che dichiara di aver sempre creduto nella fondatezza della controversia, atteso l’inequivocabile tenore delle norme contenute nel CCNL in materia di WELFARE aziendale, le quali si traducono in veri e propri obblighi per il datore di lavoro (METASALUTE, Fondo COMETA ecc.).
La causa è stata patrocinata dagli avvocati dell’ufficio vertenze della CGIL Molise, Pietro D’ADAMO e Mauro PLESCIA, che per l’occasione ricordano la figura della compianta collega Marianna SALEMME di cui fra qualche giorno ricorre il secondo anniversario della morte.