FARMACIA E TELEMEDICINA, PRESENTATO PROGETTO. COME CAMBIERÀ L’ASSISTENZA SANITARIA TERRITORIALE - Molise Web giornale online molisano
Toma: i farmacisti molisani hanno dato una grande mano durante la pandemica

Farmacia e telemedicina, presentato progetto. Come cambierà l’assistenza sanitaria territoriale

Un’offerta di servizi più integrata e più vicina ai cittadini: è l’obiettivo della profonda e innovativa riorganizzazione dell’assistenza territoriale che prevede nuovi servizi sanitari e strutture sul territorio molisano.
«Oggi ho l’opportunità di ringraziare pubblicamente tutte le farmaciste e i farmacisti che, con abnegazione e senso di responsabilità, hanno dato una grande mano, soprattutto nei periodi più complicati della curva pandemica, al Servizio sanitario pubblico, mettendo a disposizione i propri spazi e il proprio tempo per effettuare i tamponi alla cittadinanza».
Lo ha detto il presidente della Regione Molise, Donato Toma, aprendo i lavori del convegno che ha avuto luogo questa mattina a Campobasso, presso il Centrum Palace Hotel, nel corso del quale è stato presentato il progetto "Salute e territorio. Nuovo servizio di telemedicina per i cittadini: la farmacia ci unisce”, iniziativa che coinvolge Regione, Asrem, Federfarma, Otofarma. L'obiettivo è quello di rendere, attraverso la telemedicina, il servizio uguale e omogeneo in tutte le aree del Molise.
Nell'evidenziare il ruolo strategico delle 162 farmacie presenti sul territorio, presidi di prossimità, servizi e prevenzione, Toma ha sottolineato lo spirito di collaborazione che contraddistingue il rapporto tra Regione e farmacie territoriali e che ha consentito fin qui di lavorare insieme a diversi progetti.
La telemedicina è una delle strategie che l'Ente ha scelto, all’interno degli investimenti del PNRR, per realizzare la prossimità del Servizio sanitario regionale che non può prescindere dal coinvolgimento diretto e consapevole di cittadini, professionisti e associazioni.
Il governatore si è detto convinto che la sinergia tra Regione e farmacisti continuerà in modo proficuo per la tutela della salute dei molisani.