FANELLI: «IL 'CAMPO LARGO' UNA SCELTA VINCENTE» - Molise Web giornale online molisano

Fanelli: «Il 'Campo Largo' una scelta vincente»

Amministrative 2022, un centrosinistra inventato nel campo largo progressista di Letta sfidando le destre unito e compatto, un secondo turno che lo vede vincitrice in tantissime province. La cosa più probabile è che l’alleanza con Conte resti intatta, anche se M5S esce molto indebolito dopo il ko al primo turno.
Queste le dichiarazioni sull'exploit del centrosinistra della capogruppo del PD in Consiglio Regionale Micaela Fanelli: «La vittoria di Nicola Marrone si posiziona  in una tendenza nazionale evidente, quella che vede un centrosinistra forte vincere in molti capoluoghi di provincia al secondo turno».
L'idea del campo largo, dopo il voto di ieri, ha dato i suoi frutti. Potrebbe essere la strada adatta per vincere le elezioni, ma garantirà la governabilità viste le tante anime all'interno delle coalizioni? 
«E' sempre così: la pluralità di formazioni politiche all'interno dei due schieramenti, centrodestra e centrosinistra, delle volte da' luogo a tensioni irreparabili, come è successo per il centrodestra in numerose città. E' una delle condizioni per le quali il centrodestra risulta perdente, come è successo a Isernia. Altre volte la sinistra si ricompatta e riesce a raggiungere un risultato molto soddisfacente».
La vittoria del centrosinistra ad Isernia, un territorio notoriamente di destra, la si può intestare soprattutto alla scelta del candidato sindaco, Piero Castrataro, e non all'idea del campo largo.
«Come sempre, le vittorie sono frutto di molti fattori. Ricordo il sistema elettorale del doppio turno, che aiuta l’aggregazione, poi c'è stata la divisione del centrodestra, elemento determinante che ha garantito la vittoria del centrosinistra. Poi c'è l’entusiasmo e la qualità del sindaco. La caratterista del candidato sindaco e della persona al vertice è fondamentale. Il PD nella classe dirigente dei sindaci ha la propria forza migliore».