FURTI OPERE D'ARTE IN MOLISE, 3 I COLPI MESSI A SEGNO NEL 2021 - Molise Web giornale online molisano

Furti opere d'arte in Molise, 3 i colpi messi a segno nel 2021

Il dato dal report del Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, incentrato sulla prevenzione, contrasto e repressione di furti di beni culturali e contraffazione di opere d'arte. 

 

Dal primo marzo 2021, data di apertura del Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale dell’Aquila, competente in tutto l’Abruzzo e Molise, l’attività dei militari è concentrata sulla prevenzione, contrasto e repressione di fenomeni quali scavi clandestini, furti di beni culturali, contraffazione di opere d’arte, nonché volta al recupero di beni culturali illecitamente trafugati o comunque sottratti illecitamente.

129 in totale i monitoraggi in aree archeologiche e aree tutelate da vincoli paesaggistici e monumentali, 9 i sopralluoghi per verifiche sullo stato di sicurezza di luoghi quali musei, archivi e biblioteche, 78 i controlli eseguiti negli esercizi commerciali di settore quali mercatini e antiquariati, volti al contrasto della ricettazione dei beni rubati. Le attività sono state svolte con la collaborazione dell’Arma territoriale che supporta le attività del Nucleo attraverso il prezioso supporto delle Stazioni Carabinieri, nonché le attività svolte congiuntamente con il 5° Nucleo Elicotteri di Pescara, il 16° Nucleo Elicotteri di Rieti e il Nucleo Subacquei di Pescara che ha consentito di attuare un monitoraggio terrestre aereo e marino del territorio di competenza.

Per quanto riguarda l’azione di contrasto, svolta attraverso indagini di polizia giudiziaria eseguite d’iniziativa o su delega dell’Autorità Giudiziaria, sono state denunciate 24 persone per vari reati, (ricettazione, contraffazione di opere d’arte, impossessamento illecito di beni culturali). Nel corso delle 15 perquisizioni effettuate sono stati recuperati 97 beni antiquariali, archivistici e librari, 55 fra reperti paleontologici e archeologici e sequestrato 11 opere d’arte contraffatte, falsamente attribuite ad autori contemporanei (Fantuzzi, Maccari, Fiume, Guttuso).   

L’azione di contenimento dei reati commessi ai danni del patrimonio culturale ha consentito di limitare rispetto all’anno precedente i furti nello specifico settore che ammontano a 4 in Abruzzo (-33%) e 3 (-25%) in Molise.

Nell’ambito del progetto “Formazione della Cultura della legalità”, promossa su tutto il territorio nazionale dall’Arma dei Carabinieri, i militari del Nucleo TPC dell’Aquila hanno incontrato nel corso dell’anno scolastico 2021-2022, 18 classi di istituti scolastici e circa 350 alunni, al fine di sensibilizzare i più giovani sull’importanza di tutelare e valorizzare il patrimonio culturale.

Inoltre il 24 settembre 2021 in L’Aquila il Nucleo ha partecipato all’evento  SHARPER-La Notte Europea dei Ricercatori, mostrando ai visitatori l’utilizzo della Banca Dati dei Beni culturali illecitamente sottratti, strumento utilissimo per il contrasto dei crimini commessi in danno del patrimonio culturale, gestita in via esclusiva dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, dove sono quotidianamente inserite le informazioni sia fotografiche che descrittive relative ai beni culturali da ricercare che pervengono dai Reparti territoriali dell’Arma, dalle altre Forze di Polizia, dalle Soprintendenze.