ABUSI SUL LUOGO DI LAVORO, IL COMUNE DI ISERNIA DEVE RISARCIRE IL DIPENDENTE: RINVIATI A GIUDIZIO L'EX SINDACO E UN DIRIGENTE - Molise Web giornale online molisano

Abusi sul luogo di lavoro, il Comune di Isernia deve risarcire il dipendente: Rinviati a Giudizio l'ex Sindaco e un Dirigente

Il Comune di Isernia, con Sentenza n. 201 del 13.07.2018, veniva condannato dalla Corte di Appello di Campobasso a risarcire un dipendente perché per anni era stato mobbizzato sul luogo di lavoro. In data 07.07.2022, il GUP del Tribunale di Isernia, ha disposto il Rinvio a Giudizio per l'ex Sindaco del Comune ed un proprio Dirigente, per stalking, lesioni personali aggravate e abuso d'ufficio verso una dipendente comunale.
Alle recenti assemblee del personale, in presenza degli Amministratori e dello stesso Sindaco, alcuni dipendenti si sono lamentati di comportamenti ostili e penalizzanti da parte di qualche Dirigente ed hanno lamentato altresì che le Progressioni Economiche Orizzontali relative all'anno 2021, sono state attribuite in violazione del sistema di valutazione interno all'Ente ed al Contratto Decentrato Integrativo.
Più volte questo Sindacato CISL FP, a tutela dei dipendenti, ha chiesto al Sindaco di assicurare e garantire la sicurezza dei lavoratori sul luogo di lavoro, come prescritto dall'art. 2087 del c.c. ed al Segretario Comunale di assicurare e garantire il rispetto della legalità, come prescritto dall'art. 97 del TUEL.
Tanto premesso si chiede agli organi in indirizzo quali provvedimenti sono stati adottati e/o si intendono adottare per stroncare questi abusi sui lavoratori e ripristinare la legalità sul luogo di lavoro.
Si chiede altresì, se in riferimento ai recenti rinvii a giudizio, il Comune si è costituito e/o si costituirà parte civile e quali provvedimenti ha adottato e/o riterrà di adottare a carico dei responsabili.