L'ASSESSORE CAVALIERE REPLICA ALLE PROVOCAZIONI DEL CONSIGLIERE NOLA: «IL TUTTOLOGO NOLA DOVREBBE PROPORSI A CONTE COME NUOVO PRESIDENTE DEL CONSIGLIO» - Molise Web giornale online molisano

L'assessore Cavaliere replica alle provocazioni del consigliere Nola: «Il tuttologo Nola dovrebbe proporsi a Conte come nuovo presidente del Consiglio»

di Alessandra Potena 

Botta e riposta tra il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Vittorio Nola e l’Assessore all’agricoltura Nicola Cavaliere.

Nel pomeriggio di ieri il consigliere pentastellato ha pubblicato un post sulla sua pagina social intitolato “Il mistero di Nicola Cavaliere: l’Assessore “Fantasma” e la protesta contro se stesso”. Gli interrogativi posti da Nola sono due: se i cittadini molisani sanno di avere un assessore regionale all’agricoltura e se l’assessore Cavaliere sa di esserlo.

Il post – da ciò che si legge – scaturisce a seguito dell’attacco fatto da Cavaliere al Ministro Stefano Patuanelli per quanto concerne la questione dell’emergenza cinghiali nella nostra regione.

«Praticamente, Nicola Cavaliere – ha dichiarato il consigliere - guida la protesta contro il Governo mentre egli stesso non è stato capace di risolvere mezzo problema relativo alla proliferazione degli ungulati. Quindi che fa per assicurarsi la sopravvivenza elettorale? Se la prende col Governo gettando fumo negli occhi dei cittadini».

Difronte a queste dichiarazioni l’Assessore Cavaliere non è rimasto in silenzio. Qualche minuto fa ha infatti replicato a quelle che ha definito “provocazioni” da parte del consigliere del M5S.

«Preferisco di solito non rispondere alle provocazioni del Consigliere Vittorio Nola – ha dichiarato - che col passare del tempo ha sviluppato sempre più un'ossessione nei miei confronti. Ma essendo reduce proprio dalla conferenza stampa nazionale, terminata poco fa e organizzata a Roma dalla commissione Politiche agricole, mi preme far notare all'esponente grillino che se fosse vero ciò che afferma sull'emergenza cinghiali, oggi al tavolo sarebbero stati presenti 20 Nicola Cavaliere, non gli assessori all'Agricoltura provenienti da tutte le regioni d'Italia». 

L’emergenza cinghiali in Molise, come ha sottolineato nella nota Cavaliere, è sempre più seria e drammatica e, proprio questa mattina, ciò è stato rimarcato in conferenza del Cpa.

«Il tuttologo Nola – ha così ironizzato Cavaliere - che pare avere soluzioni magiche per questioni inerenti qualsiasi tematica (agricoltura, sanità, ambiente, infrastrutture, cultura, economia, protezione civile, programmazioni europee e così via), dovrebbe proporsi a Conte come nuovo presidente del Consiglio, uno Statista migliore di Draghi che non dovrebbe accontentarsi del Molise».