MONTERODUNI: AL VIA IL PROGETTO "GIOVANI MOLISANI PER UN FUTURO EUROPEO - #STANDUPYOURVOICE” VOLUTO DAL CONSIGLIO REGIONALE - Molise Web giornale online molisano

Monteroduni: al via il progetto "Giovani Molisani per un futuro Europeo - #standupyourvoice” voluto dal Consiglio Regionale

È stato presentato nel pomeriggio di ieri, nella stupenda cornice del Castello Pignatelli di Monteroduni, il Progetto “Giovani Molisani per un futuro Europeo - #standupyourvoice”.
Il Progetto, fortemente voluto dalla Presidenza del Consiglio regionale, mira a coinvolgere i giovani amministratori del territorio molisano, partendo dalle loro esigenze, per affrontare innanzitutto le problematiche e le dinamiche interne al territorio ed ascoltare le loro proposte rispetto agli obiettivi della strategia europea dei giovani 2019/2027 e dell’AGENDA 2030.
 
Nell’ambito di tale strategia sono stati coinvolti i giovani molisani di età compresa tra i 16 e i 35 anni. In particolare i giovani amministratori comunali di età compresa tra i 18 e i 35 anni, di 85 Enti locali delle Province di Campobasso e Isernia che hanno aderito all’iniziativa, faranno parte dell’ “Assemblea giovani Amministratori/trici in Comune tra democrazia partecipativa e passione per il bene comune, l’impegno pubblico e l’etica valoriale”. Mentre i ragazzi di età compresa tra i 16 e i 18 anni, in rappresentanza di 32 istituti scolastici partecipanti al Progetto, faranno parte delle “Consulta dei giovani per l’Europa”.
 
Sia i componenti dell’Assemblea che della Consulta parteciperanno, nel corso dello svolgimento delle varie fasi del Progetto, ad una serie di incontri organizzati sul territorio e presso la sede del Consiglio regionale per confrontarsi e dialogare con diversi stakeholder attraverso: workshop, dibattiti, campagne di sensibilizzazione, riunioni e altre forme di interazione online o offline, consultazioni, eventi informativi, formativi e culturali.
 
L’iniziativa si inserisce nel quadro dell’Anno Europeo della Gioventù che si prefigge di intensificare gli sforzi dell'Unione, degli Stati membri e delle autorità regionali e locali per celebrare i giovani, sostenerli e coinvolgerli in una prospettiva post pandemica, che si prefigge quattro obiettivi: rinnovare le prospettive positive per i giovani, sostenere i giovani, in particolare quelli con minori opportunità, provenienti da ambienti svantaggiati e diversi o appartenenti a gruppi vulnerabili ed emarginati, sostenere i giovani nell’acquisire una migliore comprensione delle varie opportunità a loro disposizione, sia a livello europeo che nazionale, regionale o locale, integrare le politiche giovanili in tutti i settori politici pertinenti dell’Unione in linea con la strategia dell’UE per la gioventù 2019 – 2027.
 
L’evento, organizzato dalla Presidenza del Consiglio regionale, in collaborazione con la Consigliera di Parità Provinciale di Campobasso e Isernia, è stato patrocinato dalla Conferenza delle Assemblee Legislative Regionali Europee (CALRE).
 
Ha aperto i lavori il Presidente del Consiglio regionale, Salvatore Micone, sono seguiti i saluti istituzionali del Sindaco di Monteroduni, Nicola Altobelli, del Parlamentare Europeo, Aldo Patriciello, della Consigliera di Parità Provinciale di Campobasso e Isernia, Giuditta Lembo, del rappresentante del Ministero della Pubblica Istruzione, Fabrizio Bianchi, e di, Presidente del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, Coordinatore del “Gruppo di lavoro della CALRE sulla “Better regulation” e la valutazione delle politiche pubbliche” della Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome, Pietro Mauro Zanin (gli ultimi due sono intervenuti con un videomessaggio).
 
Dopo l’illustrazione del Progetto “Giovani molisani per un futuro Europeo”, che ha visto come obiettivi strategici la sostenibilità, l’inclusione, l’uguaglianza, l’animazione del territorio, la salute mentale e il benessere, l’occupazione di qualità e l’apprendimento, sono state presentate le esperienze di alcuni giovani molisani che si sono distinti per i rispettivi impegni sul territorio e per le istituzioni: Fabio Pasciullo, Sindaco di Montefalcone del Sannio; Alessio Manfredi Selvaggi, Alfiere delle Repubblica; Dorothy Albanese, Consigliere comunale di Campochiaro.
 
“E importante sentire la voce e ascoltare le istanze dei giovani molisani - ha detto il Presidente del Consiglio regionale Salvatore Micone - per fronteggiare concretamente le sfide cruciali che siamo chiamati ad affrontare come il cambiamento climatico, la salute, la giustizia sociale, l’economia e la trasformazione digitale, ma anche la cultura, l’istruzione, i valori ed i diritti e l’animazione territoriale”.