Premio Letterario Nazionale "Crêuza de Mä Fabrizio De Andrè": presentata la quarta edizione

Un'immagine cara al cantautore De Andrè caratterizza il tema del Premio Letterario Nazionale "Crêuza de Mä Fabrizio De Andrè", giunto alla quarta edizione, il cui leitmotiv, quest'anno,  parte da 'Canzone per l'estate' e la frase "com'è che non riesci a volare" ispira il tema di questa edizione, la libertà, il dissidio tra realtà e immaginazione, vita quotidiana e sogni e con particolare riferimento a quelle condizioni in cui non ci si sente pienamente liberi.
Il Premio è stato istituito quattro anni fa proprio in occasione del trentesimo anniversario dell'album "Crêuza de Mä" ed è nato da un'idea di appassionati alla musica e al pensiero di Faber. La quarta edizione del concorso, organizzato dall'Associazione culturale "Crêuza de Mä - Pietracatella", vede la partecipazione di diversi istituti superiori della regione e la collaborazione della Pro Loco "Pietramurata" e della Fondazione Molise Cultura, dell'Università degli Studi del Molise e il patrocinio del Premio De Andrè "Parlare Musica", della Regione Molise, della Provincia di Campobasso, del Teatro del Loto e dell'AIB.
Il concorso letterario, che da quattro anni vede la partecipazione di scrittori emergenti di tutta Italia, è suddiviso in due categorie, studenti e cittadini italiani, che potranno proporre le opere in due sezioni diverse: poesia e narrativa. Gli elaborati dei partecipanti dovranno pervenire entro e non oltre il 31 dicembre 2017, mentre la premiazione è prevista entro la fine di giugno 2018.
La novità di quest'anno è una giuria popolare formata da 12 persone di Pietracatella dai 23 ai 70 anni che, oltre alla giuria tecnica formata da nomi di spicco della cultura molisana e nazionale, valuterà gli elaborati con un occhio diverso e che darà ad ognuna delle categorie una menzione speciale.
Un successo, quello del Premio "Crêuza de Mä Fabrizio de Andrè", che si è confermato negli anni, che ha visto l'alta partecipazione e l'interesse di giovani e meno giovani scrittori e amanti della cultura e dei temi legati alle parole del cantautore genovese  a cui Pietracatella, oltre al Premio Letterario, ha deciso di dedicare anche una piazza.
L'obiettivo del concorso, che negli anni ha visto diversi temi al centro degli elaborati come l'emarginazione, i migranti e l'amore proibito, è quello di favorire il pensiero creativo delle giovani generazioni, attraverso i percorsi di esplorazione e sperimentazione delle proprie capacità espressive, oltre a promuovere e valorizzare la poesia e la narrativa di qualità e di rafforzare il senso di appartenenza al proprio territorio.
Inoltre, hanno spiegato gli organizzatori Antonella Angiolillo e Antonio Tomassone, si sta pensando di far uscire un'antologia che raccolga tutti gli elaborati che hanno vinto nel corso degli anni.
Per informazioni e modalità di partecipazione consultare il sito:
 
MI