Amministrative 2019. Morra a Campobasso: "Dobbiamo presidiare le comunità che vengono dimenticate"

Dopo la visita del Ministro della Difesa Elisabetta Trenta, un altro rappresentate della politica nazionale arriva a Campobasso per dare man forte a Roberto Gravina, Candidato sindaco del MoVimento Cinque Stelle, si tratta del Senatore e Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia, Nicola Morra. Parlando del territorio, del sud e in particolare del Molise ha detto che la sua attenzione è diretta a una piccola regione "che troppo spesso viene dimenticata". Non è mancato poi il riferimento ad alcuni impresentabili, candidati proprio nella circoscrizione meridionale con la lista Forza Italia che ha all'interno cinque persone che non sono in regola con il codice di autoregolamentazione della candidatura, prima di tutti Silvio Berlusconi, seguito da altri quattro. "Potrei sembrare pazzo, noi potremmo sembrare pazzi, ma il pazzo è colui che vuole che le regole vengano rispettate, che il bianco sia bianco e il nero sia nero". È necessario, dunque, secondo il Senatore "essere presenti un po' dappertutto e dobbiamo presidiare le comunità troppo spesso dimenticate" e in particolare in un sud dove "si accentua il problema meridionale, dove la malavita prende piede e dove i giovani troppo spesso vanno via. Dobbiamo - ha aggiunto - far formare i nostri giovani, ma mettere in campo azioni per farli rimanere o tornare". 
Ha poi aggiunto che il MoVimento è universalista, "non potrà mai essere nazionalista e il nostro compito è quello di prestare ascolto alle comunità, ai cittadini e riportare quella politica con cui il cittadino si sentiva rappresentato, lo spirito deve essere di fare qualcosa per i più deboli"
A conclusione ha poi espresso un desiderio, quello di consegnare ai giovani un Paese dove si consenta di conservare una serie di diritti, come quello dell'istruzione, della sanità pubblica, dell'ambiente sano.