L'informatica non è un mondo dipinto di azzurro: all'Unimol arriva il Summer Camp rivolto alle ragazze

Il primo Summer Camp sull’Informatica dell’Università degli Studi del Molise nasce con l’obiettivo di fornire a studentesse e studenti di quarto e quinto anno delle scuole superiori del Molise un assaggio delle principali competenze digitali richieste oggi dal mercato, quali il machine learning, la sicurezza informatica e la protezione dei dati.

L'evento, come ha spiegato il professor Rocco Oliveto, è stato organizzato nell'ambito di quello che si chiama Piano Lauree Scientifiche, un piano che il Ministero finanzia ogni anno per favorire l'orientamento in ingresso e in itinere degli studenti nell'ambito di corsi di laurea del ramo scientifico.

Da quest'anno il Piano è stato attivato anche per l'informatica e si metteranno su una serie di azioni che sono mirate per favorire l'orientamento in ingresso, in itinere e per formare insegnati delle scuole superiori per i laboratori innovativi per l'insegnamento delle scienze (STEM). 

professor Rocco Oliveto

Nell'ambito dell'orientamento in ingresso, oltre a laboratori di eccellenza certificata,  rientra  Ada Summer Camp 2019 per sollecitare i ragazzi delle scuole superiori ad iscriversi ad informatica facendo una scelta consapevole e non solo dettata dal mercato del lavoro.

Il Summer Camp è completamente gratuito e si svolgerà dal 15 al 19 luglio 2019 nella Sede di Pesche (IS) del Dipartimento di Bioscienze e Territorio dell’Università degli Studi del Molise, dove risiede la filiera degli studi di Informatica dell’Unimol e gli studenti potranno iscriversi fino al prossimo 5 luglio riempiendo un form. Per la selezione dei partecipanti, che saranno 30, saranno privilegiate la classe di provenienza dando più spazio agli studenti del quinto anno, le donne, piuttosto che gli uomini e poi la data di iscrizione.

Perchè un summer camp rivolto principalmente a ragazze?

Come ha spiegato il professor Rocco Oliveto a Moliseweb il problema è che nell'ambito dei corsi di informatica c'è una certa disparità di genere e c'è una forte propensione maschile, con un'alta percentuale di maschi in aula e poche studentesse.

"Il Ministero poneva l'attenzione sulla possibilità di realizzare qualcosa che potesse far capire alle donne che l'informatica non è un mondo dipinto solo ed esclusivamente di azzurro e abbiamo pensato di organizzare questo Summer Camp. L'idea - ha spiegato ancora il docente - è quella di coinvolgere l'80% di studentesse e il 20% di studenti. Inoltre saranno coinvolte donne nella docenza, infatti la maggior parte degli insegnati saranno professoresse, studentesse o laureate nel Corso di Laurea in Informatica". Diversi gli argomenti che saranno affrontati durante il Summer Camp e si svolgeranno anche attività divertenti come una caccia al tesoro per quanto riguarda la crittografia e ricostruzioni in 3d per quello che concerne la matematica, mentre per l'analisi dei dati si giocherà per fare delle previsioni, creando anche delle competizioni dove vincerà chi riuscirà a fare delle previsioni con la migliore accuratezza. "Sarà una settimana - ha detto Oliveto - in cui si giocherà principalmente con l'informatica".

L'iniziativa Ada Summer Camp 2019 è dedicata ad Ada Lovelace prima programmatrice in assoluto e anche donna.