Ritrovamento choc sul Tevere: riaffiora dall'acqua il corpicino di una neonata. Probabile ritrovamento di una delle gemelline di Agnone

Ritrovamento choc sul Tevere dove è riaffiorato il corpicino di un neonato. La scoperta intorno alle 16 di oggi sabato 6 luglio all’altezza del ponte di Mezzocammino.

A ridosso della folta vegetazione, il fiume ha restituito il corpicino di una neonata: sul posto in pochissimi minuti è intervenuto il nucleo sommozzatori dei Vigili del Fuoco del comando di Roma che ha provveduto a recuperare la piccola.

Probabile che il corpicino sia una delle gemelline della tragedia, del 20 dicembre, dove ha visto una donna originaria di Agnone gettarsi nel fiume Tevere di Roma. Il corpo della 38enne è stato rinvenuto dai sommozzatori sulla riva sinistra del Lungotevere San Paolo di Roma, all'altezza di Ponte Marconi. Secondo i primi riscontri investigativi, si sarebbe gettata da Ponte Testaccio. Disperse anche le due figlie, gemelle, di 6 mesi.