Due gruppi parlamentari regionali due misure. C'è chi dorme e chi in Sicilia riesce a difendere il territorio

di Frasncesco Bonomolo

I nostri Parlamentari che ora siedono nella maggioranza, dopo aver dimostrato la loro inconsistenza politica nel difendere il territorio e la sanità molisana, ancora una volta si distinguono nel fare solo gli "YES MAN". 

Infatti restano inermi e rinunciano a qualsivoglia azione di salvaguardia del territorio, disinteressandosi anche in quelle facili e giuste battaglie come far rispettare lo stesso trattamento che hanno altre Regioni.  Facile dedurre che il Molise non esista a Roma, una ennesima testimonianza e prova che si facciano due pesi e due misure in barba a molisani. Ieri con il baratto dei Punti Nascita di Campobasso e Isernia a discapito del basso Molise con la chiusura del Punto Nascita del San Timoteo, oggi con la legge "Sblocca cantieri" che vede una ennesima disparità di trattamento tra la Sicilia, in questo caso Catania, e il Molise per l'intero territorio del cratere.

Pino Puchetti - Sindaco di Larino

Con decreto legge 18 aprile 2019, inserito poi nella legge di conversione n. 55 del 14 giugno 2019 - il cosiddetto 'Sblocca cantieri' -, sono state previste, tra l’altro, delle disposizioni riguardanti il personale per i Comuni colpiti dal sisma del 26 dicembre 2018 nella zona del catanese. I comuni interessati avranno così la possibilità di incrementare la durata della prestazione lavorativa dei rapporti di lavoro a tempo parziale già in essere. Nello specifico, si punta a consentire 40 assunzioni a tempo determinato nel 2019 e altrettante nel 2020, in particolare con professionalità di tipo tecnico o amministrativo-contabile.

In merito a questo interviene il sindaco di Larino, Pino Puchetti che dichiara "dispiace constatare la disparità di trattamento riservato ai Comuni del Molise colpiti dal sisma del 14 e 16 agosto 2018 da parte del Governo. Pertanto - scrive Puchetti - non possiamo far altro che sollecitare l’intera delegazione parlamentare del Molise, a far rientrare in tale disposizione normativa anche i Comuni della Regione interessati dagli eventi sismici sopra citati".