Cambio di rotta per Finmolise, Banca d'affari per favorire lo sviluppo

Campobasso. Il Presidente della Regione Donato Toma, oggi in conferenza stampa ha illustrato la sua visione strategica di Finmolise. Un’ idea che avrà prerogative differenti dall'attuale CDA tanto che si è arrivati alle dimissioni di un consiglio di amministrazione, nominato dall'ex Giunta Frattura, nove giorni prima della sua decadenza naturale. "Dimissioni pacifiche e concordate" dichiara Toma. Il Presidente Verì invece afferma "è giunto il momento di fare un passo indietro per il bene della società, gli imprenditori hanno bisogno di un ruolo attivo nella Finanziaria Regionale per lo Sviluppo - continua il consigliere Verì - questo non cancella i buoni risultati raggiunti da questa amministrazione che ha registrato un semestrale di 300mila euro di utile pur essendo partiti con un milione di passivo".
Secondo il Governatore Toma Finmolise ha svolto un ruolo troppo passivo, bisognava far utilizzare più fondi alle aziende, anche assumendosi più rischi al fine di poter far diventare la Finanziaria una sorta di Banca d'affari. Esiste una riserva di oltre 4milioni di euro che deve essere sempre più utilizzata, inoltre riguardo ai fondi regionali per i prestiti a fondo perduto gli stessi devono essere erogati obbligando le piccole imprese ad una partecipazione al capitale che può premiare investitori e istituzioni.