Carenza idrica tra guasti continui e reti colabrodo

I residenti di Ururi, Portocannone, San Martino in Pensilis e Campomarino convivono da anni con continui disagi sulla somministrazione dell'acqua. Moliseacque ha paventato soluzioni a breve termine - sostituire interamente queste condutture proprio nel 2020 - ma non si vedono miglioramenti. Da 40 anni questi paesi sono abituati a restare senza acqua. A soffrirne di questo disagio sono in particolare le attività commerciali che per necessità naturali hanno bisogno di un flusso idrico regolare. La maggior parte dei cittadini non crede più che il problema si possa risolvere definitivamente, infatti i guasti alla rete idrica si ripetono costanti in particolar modo nell'ultima tratta dell'acquedotto del Basso Molise. 
Una regione con un alto livello di acqua, tanto da venderla alle regioni limitrofe, si ritrova in queste condizioni di precarietà. Troppa la dispersione di acqua nelle condutture nonostante i continui lavori di manutenzione e l'allaccio del nuovo acquedotto del Molise Centrale.