Lupi sconfitti ma a testa alta contro la corazzata Juve Stabia. 3-1 il risultato finale nel primo test stagionale

Fonte foto: SS Città di Campobasso

di Marco Bruni

La primissima uscita stagionale del lupo non ha deluso le aspettative soprattutto quando di fronte hai la Juve Stabia, neo promossa in serie B.

Risultato piuttosto bugiardo per quanto visto in campo ma, a fine luglio, quello che conta è la prestazione che mister Cudini avrà sicuramente apprezzato.

Le premesse per un buon inizio di stagione ci sono tutte, le ambizioni sono altissime come anche le aspettative di tutto l’ambiente rossoblù. Dovrà essere l’anno della svolta, non potrà essere altrimenti. Un altro campionato anonimo di centro classifica non può e non deve essere contemplato in nessun caso.

La parola d’ordine è vincere. Vincere il campionato di serie D per approdare definitivamente nel calcio che conta.

Gara gagliarda giocata da entrambe le formazioni con un Campobasso orfano di molti big come l’ex Cesena Alessandro. Musetti e compagni, tuttavia, non hanno affatto sfigurato dando vita ad un ottimo spettacolo.

Dopo una buona mezz’ora di studio a passare in vantaggio, al 39’, sono i gialloblù con un gran gol di Belek abilissimo a sfruttare al massimo uno splendido traversone proveniente dalla fascia destra.

Nella seconda frazione di gioco il Campobasso prova a rispondere ma senza successo. Al minuto 71 sono ancora i campani a siglare la rete del momentaneo 2-0 con Torromino che trafigge l’estremo difensore rossoblù da due passi.

A dieci minuti dal termine i molisani raccolgono, finalmente,  quanto di buono seminato riuscendo ad accorciare con l’ottimo Njambe che approfitta di una distrazione difensiva avversaria depositando la sfera in fondo alla rete.

La gara è ancora aperta ma, quando i lupi credono di poter agguantare il pareggio, parte un contropiede micidiale della Juve Stabia che lancia ancora Torromino in area dove viene presumibilmente atterrato.

Per il direttore di gara, invece, non ci sono dubbi ed assegna la massima punizione peccando di un pizzico di generosità.

Dagli undici metri è ancora Torromino a spiazzare Natale per il definitivo 3-1.