Termoli. Sotto l'effetto dell'alcool molesta e infastidisce i clienti di un esercizio pubblico, denunciato 51enne

Il Personale della Squadra Anticrimine, di concerto con gli agenti della Volante, ha  deferito all’A.G., N.M. di anni 51, per ubriachezza molesta, inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità e molestia o disturbo alle persone. L’uomo, contravvenendo alla misura restrittiva degli arresti domiciliari, è stato rintracciato all’interno di un esercizio pubblico del centro cittadino di Termoli, dove, in evidente stato di ebrezza alcolica, stava creando scompiglio e infastidendo i clienti. Nei giorni scorsi inoltre, presso il Commissariato, veniva acquisita una denuncia formalizzata dal responsabile di un noto centro commerciale termolese, per un furto commesso da una donna che aveva sottratto dagli scaffali circa 300 euro di merce senza corrispondere il dovuto alla cassa. L’immediata attività info investigativa condotta dal personale dell’Ufficio Anticrimine, permetteva di individuare l’autrice del reato, R.M.G., 31enne di origini molisane, che è stata deferita all’Autorità Giudiziaria per furto aggravato. Le indagini hanno consentito poi di accertare che la donna, in altre circostanze, si era resa protagonista della consumazione di ben quattro furti per cui, nei suoi confronti, è stato emanato il foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel comune di Termoli per tre anni, da parte del Questore. Personale del medesimo ufficio ha infine individuato e deferito all’Autorità Giudiziaria due minori di origini pugliesi per il reato di  furto aggravato in concorso. A seguito di una serie di furti perpetrati, nella notte tra l’8 e il 9 marzo scorso, in danno di varie attività commerciali di quel centro cittadino, gli agenti della Squadra Anticrimine, in collaborazione con personale della Stazione Carabinieri di Termoli, ponevano in essere un’attenta attività investigativa durata alcuni mesi che - anche attraverso la visione delle immagini tratte dai  sistemi di videosorveglianza presenti nei vari esercizi pubblici e gli accertamenti di polizia scientifica  - consentiva di giungere all’esatta identificazione dei correi.