#ludostorie_Ciao Nadia: Capita e potrebbe capitare...

foto: http://biomedicalcue.it/

Capita di avere fame, sete, sonno. Capita di fermare la rubrica sempre sui soliti nomi. Capita di sorridere, salutare, storcere il muso. Capita di dover affrontare un imprevisto. Capita di non riuscire a salutare i propri mostri interiori. Capita, ogni giorno e a tutti. Potrebbe capitare di dover cambiare città, lavoro, casa, amici. Potrebbe capitare di uscire e incontrare lui, insieme a lei. Potrebbe capitare di rimanere sorpresi dalla vita o di prenderla a calci perché ci ha troppo dulusi. Potrebbe capitare di realizzare i propri sogni o di lasciare tutto chiuso in un cassetto, per sempre. Potrebbe capitare di avere un malore, all'improvviso, che segna l'inizio della battaglia più dura: quella con la morte. Potrebbe accadere a tutti, nessuno escluso. Potrebbe accadere anche a quelle persone che, a loro no, non succederà mai. Potrebbe accadere ai nostri genitori, agli amici di una vita, a chi portiamo nel cuore per un motivo particolare. Potrebbe accadere anche a quelle persone che ai nostri occhi appaiono indistruttibili: a Nadia Toffa è accaduto. Energica, in gamba, sempre con il sorriso. Simbolo di coraggio, di passione, di umanità. Esempio di come i sogni si possono realizzare, per davvero. Nadia, attraverso la sua malattia, ci ha insegnato a vivere e ci ha ricordato quali sono le cose che davvero contano. Ecco, oltre le frasi di commemorazione e le foto ricordo, la morte di Nadia dovrebbe farci ricordare per sempre quali sono gli ingredienti base della 'ricetta vita': forza, coraggio, grinta, sorriso, allegria, ironia prima di tutto con sé stessi. Come ha detto Don Patriciello nell'omelia del funerale, noi abbiamo un debito verso Nadia che ha chiamato il cancro con il suo nome, che ha raccontato le sue fragilità, che ha avuto fame e sete di giustizia. Nadia lo ha fatto, fin dai primi mesi di malattia, quelli quando il colpo è duro ed è difficile da metabolizzare. Lo ha fatto nonostante, delle volte, alla battaglia con il cancro si è aggiunta quella contro i leoni da tastiera. Lo ha fatto, lasciando un'eredità che ora tocca a noi custodire e rendere feconda.