Tony Vaccaro si racconta a Bonefro: "la fotografia è la testimonianza della bellezza". Oggi la Cittadinanza onoraria

Ieri sera, organizzata dall' amministrazione comunale di Bonefro, nella splendida cornice dell'ex convento di Santa Maria delle Grazie, si è tenuta l'intervista del famosissimo fotografo di guerra Tony Vaccaro, che si è presentato al pubblico con l'inseparabile Leica al collo. La serata è stata moderata da Maurizio Varriano ed accompagnata egregiamente dalla splendida musica di Lino Rufo
Tony Vaccaro nasce nel 1922 a Greensburg negli Usa, da genitori originari di Bonefro . Michelantonio Celestino Onofrio Vaccaro, conosciuto anche come Michael A. Vaccaro, è noto per le sue foto scattate in Europa nel 1944 e nel 1945 e in Germania subito dopo la seconda guerra mondiale. Dopo la guerra, è divenuto un celebre fotografo di moda e di lifestyle per riviste statunitensi.  All'età di 4 anni, nel1926, la famiglia è rientrata a Bonefro, dove Tony ha trascorso la giovinezza fino all'età di 17 anni. A Bonefro presso il Palazzo Miozzi, dall'agosto 2014  è presente una mostra permanente, monografica, delle sue fotografie, curata da Reinhard Schultz e dalla Galleria Bilderwelt di Berlino.

La serata di ieri è stata piacevolissima, nonostante la veneranda età (97 anni) Tony è stato molto ironico nelle risposte ed ha raccontato alcuni episodi della sua storia professionale, tutti inerenti al tema della bellezza. Ha parlato di una delle tantissime storie/avventure nel Polo Sud e ricordato con sentimento l'immenso blu che caratterizzava questa terra.
Quello che colpisce è il sorriso e lo sguardo dell’uomo quando racconta il momento in cui ha compreso di voler fare il fotografo. "Inizialmente volevo fare lo scultore, poi iniziai a leggere i sentimenti dei miei parenti osservando i loro comportamenti. Questa capacità l’ho poi trasportata nella fotografia e invece di scattare foto in posa come facevano gli altri, io catturavo i sentimenti dei miei soggetti". Poi ha raccontato, sempre col il sorriso di un bambino, dell'acquisto della prima macchina fotografica professionale in Germania, a Wetzlar, una Leica. Il proprietario del negozio gli donò la macchina fotografica che il fotografo oggi ancora possiede e che mostra a tutti. Tutto ciò per affermare che tutto può essere bellezza una foto, un gesto che ancora dopo tantissimi anni ricorda con affetto.
Oggi alle 18:30 il consiglio comunale di Bonefro darà la cittadinanza onoraria a Tony. Il sindaco Nicola Montagano e l’intera assise comunale hanno fortemente desiderato la consegna di una chiave simbolica, ma decisamente “ vera”, al più “ grande” fotografo di tutti i tempi dalle origini Molisane, più precisamente “ Bonefrane “.