Internet super veloce: in Molise lavori completati solo in tre comuni

di Miriam Iacovantuono
Da qui al 2021 l'obiettivo è quello di portare internet veloce e con soldi pubblici a tutti gli italiani, si tratta di una connessione almeno a 100 Megabit e una ancora più veloce (da 1 Gigabit).
Il target per la copertura prevede di raggiungere l’85% della popolazione con reti in grado di navigare a velocità pari o superiori ai 100 Mbps (Megabit per secondo), la cosiddetta banda Ultra Larga, mantenendo contemporaneamente il 100% di cittadini con accesso alla rete da almeno 30 Mbps.
L’attuazione del piano passa attraverso la costruzione di una rete di proprietà pubblica resa poi disponibile a tutti gli operatori interessati ad attivare servizi verso aziende e cittadini, cercando quindi di superare eventuali disuguaglianze geografiche dovute alla mancanza di iniziativa privata da parte delle aziende.
Status della progettazione per la
Banda Ultra Larga
in Molise
'Il sole 24 ore'
I dai aggiornati al 1 luglio 2019 e riportati da 'Il sole 24 ore' evidenziano che in più di un terzo dei comuni italiani (35,9%) il progetto definitivo è stato già approvato, ed è in fase di approvazione nel 15,4%, così come lo è quello esecutivo in un altro 1,8% delle località.
Fanno parte di questa realtà tutte le regioni del Nord Italia a cui si aggiungono anche Toscana, Marche, Lazio, Campania e Basilicata. In Molise, così come in Umbria, Abruzzo e Sicilia, l'esecuzione dei lavori è più diffusa.
Analizzando il caso specifico della nostra regione si evince che i lavori sono in esecuzione nel 39% dei comuni del territorio, mentre il 9,6% ha visto l'approvazione definitiva del progetto e la stessa percentuale  riguarda l'approvazione in corso del progetto esecutivo. Il 5,1% dei comuni molisani è ancora in attesa di autorizzazioni, invece per il 27,2% è in corso l'approvazione del progetto definitivo, il 7,4% dei comuni è in stato di progettazione e solo il 2,2% ha visto il completamento dei lavori e si tratta di Pescopennataro, Jelsi e San Polo Matese. Per quanto riguarda invece i comuni più grandi Campobasso rientra tra i centri in cui lo status dei lavori è in progettazione definitiva, così come per esempio Guglionesi, Campomarino, Pietracupa, Casalciprano. Ad Isernia invece il progetto definitivo è in stato di approvazione, così come per il Comune di Larino. Mentre per quanto riguarda molti comuni dell'alto Molise come Agnone, Castel del Giudice, Belmonte del Sannio e Poggio Sannita i lavori sono in esecuzione.
Il piano strategico (Strategia Italiana) per la Banda Ultra Larga è stato approvato nel marzo del 2015 da parte del Governo con l’obiettivo di garantire condizioni più favorevoli allo sviluppo delle infrastrutture nell’ambito delle telecomunicazioni, secondo gli obiettivi fissati dall’Agenda Digitale Europea.
(fonte 'Il sole 24 ore)