Larino. Musica, cibo e integrazione alla cena multietnica organizzata in onore della Beata Vergine Maria delle Grazie

Nell’ambito delle celebrazioni in onore della Beata Vergine Maria delle Grazie, sabato 7 settembre, a Larino si è svolta la cena multietnica nel piazzale antistante la chiesa. Organizzata dalla locale parrocchia in collaborazione con la cooperativa Medihospes, alla cena hanno partecipato anche gli ospiti dello Sprar frentano. “Abbiamo accettato volentieri l’invito di don Antonio di Lalla a partecipare alla cena multietnica - dichiarano dal centro - noi abbiamo contribuito con la cucina pakistana preparando due pietanze: la samosa (panzerotti agrodolci con patate farina cipolle coriandolo peperoncino),  coconut laddo (dolcetti al cocco) e chapati e sambusa”.

A preparare le pietanze sono state Fozia, Fatima e Fatou che hanno cucinato assieme al gruppo famiglia della chiesa. La serata è stata allietata dal coro della chiesa al quale hanno partecipato anche i bimbi dello Sprar.

Durante la serata c’è stato anche un momento molto toccante fatto di testimonianze e di racconti. In particolare Rashid, pakistano, ha raccontato la sua storia ai presenti. Parole piene di commozione e di dolore. Rashid si è rivolto ai commensali in pakistano, la sua lingua, a tradurre le sue parole la figlia che ha svolto le scuole medie in Italia.