10 settembre 1943: ad Isernia la commemorazione delle vittime del bombardamento

Una celebrazione commemorativa per ricordare le vittime del bombardamento del 10 settembre 1943, quella che si è tenuta ad Isernia. Alle 10,23 nel 76esimo anniversario di quel giorno storico la città pentra si è fermata e il momento è stato scandito dai rintocchi delle campane della Cattedrale dove il vescovo, Camillo Cibotti, ha officiato la Santa Messa. Poi le autorità civili e religiose hanno attraversato i luoghi del centro devastati dalle bombe fino a raggiungere il monumento che ricorda le centinaia di vite spezzate per le quali Isernia ha ricevuto la Medaglia d'Oro al Valor Civile. "Oggi è il 76esimo anniversario di un bombardamento ignobile - ha detto il sindaco Giacomo d'Apollonio - per il quale l'indulgenza e il perdono appaiono i peggiori nemici della giustizia. Avviciniamo, con incondizionato affetto e profondo rimpianto, il nostro animo ai martiri dell'olocausto isernino".
Del corteo, quest'anno, non ha fatto parte il figlio dell'eroe di guerra Tullio Tedeschi, Francesco, che in una lettera aveva accusato il Comune di indifferenza in merito all'intitolazione di una Unità Navale della Marina al padre.
 
(fonte Ansa Molise)