Viadotto Sente, nuovo stop alla riapertura

I continui rinvii dell'apertura del viadotto Sente sono dovuti da varie difformita. Il problema non sembrerebbe solo il pilone numero 3 ma proprio la messa insicurezza dell'intero viadotto. Di fatto le preoccupazioni del Comitato tecnico amministrativo del Provveditorato alle Opere Pubbliche di Napoli sono i parametri di sicurezza che non sarebbero sufficienti: "Vanno bene i lavori per risolvere le note criticità della struttura - si legge nel parere del Comitato - non bastano i lavori sulla pila 3, servono verifiche sull’intera struttura per avere il via libera per l'apertura della struttura”.
Il Provveditorato è in contrato con la Provincia di Isernia, Il responsabile della viabilità e trasporti della Provincia di Isernia Lorenzo Di Iacovo: "Se i parametri tornano nella norma, non ci sono ragioni per vietare il transito".
Ciò che sembra difficile da dimostrare è la verifica, richiesta proprio dal Provveditorato, per problemi di reperimento fondi. I 2milioni di Euro stanziati dal Governo basterebbero solo a far partire i lavori al "pila numero 3" anche se include il bando per l'assegnazione dell'appalto e il monitoraggio della struttura che potrebbe partire verso la fine dell'anno. Secondo Di Iacopo se tutto dovesse andare per il verso giusto e tutti i parametri di sicurezza dovessero tornare nella norma la riapertura del Viadotto, se pur qualche limitazioni, potrebbe esserci per la primavera prossima.