A Ripalimosani la prima Autumn in Molise Cup di tiro dinamico IDPA: appuntamento il 21 e 22 settembre

Si terrà a Ripalimosani, nel rinnovato campo di tiro in Contrada San Cataldo 1, la  prima Autumn in Molise Cup di tiro dinamico con arma corta IDPA, che vedrà nei giorni di sabato 21 e domenica 22 settembre 2019, oltre 130 tiratori provenienti da ogni angolo d’Italia, sfidarsi nella competizione sportiva organizzata dal neonato Shooter Team Molise.
L'iniziativa anticipa il Campionato del Mondo nel prossimo mese di Agosto a Tallageda (AL) U.S.A.
Parteciperanno alla gara molisana, quasi tutti gli atleti, già vincitori del titolo italiano e in partenza per gli Stati Uniti d’America  e che rappresenteranno l’Italia nella più importante competizione IDPA del mondo.
Per due giorni quindi, il Molise ed il Comune di Ripalimosani, saranno centrali per il mondo sportivo del tiro dinamico con arma corta (IDPA).
I 130 atleti si sfideranno su un percorso di gara di ben otto stage, suddivisi in 16 squadre (otto al sabato e otto alla domenica). Al termine della gara verrà assegnato il trofeo e le vittorie individuali nelle singole categorie.
Lo Shooter Team Molise, parteciperà alla gara con una propria rappresentativa di sette atleti, consapevole di avere difronte quasi tutti i più forti tiratori italiani. Tuttavia lo scopo principale dell’iniziativa è quello di far conoscere gli aspetti sportivi e agonistici di questa affascinante disciplina del tiro che si svolge con arma corta (pistola), a tutti gli appassionati di sport ed in particolare a chi si cimenta o ha intenzione di avvicinarsi al mondo del tiro ed in particolare del tiro dinamico.
Il rinnovato campo di Ripalimosani è stato pensato per permettere la pratica del tiro dinamico sportivo, in particolare con arma corta e si colloca come standards di sicurezza e livello sportivo, tra i primi campi all’aperto di tutto il centro sud Italia sia per ampiezza delle linee di tiro, che per quanto riguarda gli aspetti organizzativi e gestionali dell’impianto.
Per quanto concerne gli aspetti tecnici della gara, importante lo staff degli ufficiali di sicurezza (ben 25 unità), che seguiranno gli atleti in ogni fase della competizione e particolarmente insidiosi gli esercizi, disegnati dal Match Director Agostino Presutti (dello Shooter Team Molise), che testeranno l’abilità dei tiratori su tiri in movimento lungo i vari C.O.F. ( Disegni dei singoli stage).
La competizione è dunque un’importante occasione per gli atleti in partenza per il Mondiale, per testare il proprio stato di forma e preparare con meticolisità il proprio equipaggiamento tecnico nonché l’occasione di rivincita per quegli atleti che non sono riusciti a strappare il pass mondiale e che hanno ben figurato nel campionato italiano che si è tenuto ad Arcisate (VA) lo scorso 7-8 settembre.
L’impegno dell’organizzazione è quello di portare il campo di Ripalimosani, ai massimi livelli organizzativi nazionali, per poter candidare la struttura per le prossime gare Nazionali e magari strizzare un occhio al prossimo campionato Europeo che si terrà in Italia.
L’ingresso del Molise nelle competizioni di tiro dinamico IDPA, costituisce altresì un ritorno d’immagine molto forte per l’intera Regione e per lo stesso Paese di Ripalimosani. Molti dei tiratori provenienti dal nord Italia e dalle Regioni del centro e del sud, non hanno mai avuto occasione di visitare la regione ed ormai da giorni, molte strutture recettive registrano il sould out delle prenotazioni, giacchè l’occasione è stata colta anche per dare uno sguardo alla famosa “Regione che non esiste”.
Non c’è che da augurarsi la riuscita tecnica della manifestazione, atteso che sul piano mediatico lo Shooter Team Molise è già riuscito a suscitare l’interesse del mondo sportivo del Tiro Dinamico.
Appuntamento quindi sabato 21 (a partire dalle ore  12.00) e domenica 22 (a partire dalle ore 9.30), con cerimonia di premiazione prevista per le ore 15.00 del giorno 22 settembre.
 
Che cosa è il Tiro dinamico sportivo (IDPA)
Il tiro dinamico sportivo IDPA, (International Defensive Pistol Association) è una disciplina che conta oltre 3000 tesserati in tutt’Italia prevede l’utilizzo dell’arma corta (pistola) e di un equipaggiamento molto semplice (una cintura, una fondina, tre portacaricatori e un vest a coprire il tutto. La disciplina è pensata per  poter permettere l’utilizzo di armi e buffetteria di tipo pratico in modo competitivo. Le persone interessate a questa disciplina, munite delle necessarie autorizzazioni per la detenzione e il maneggio delle armi, senza dover sopportare grossi investimenti di denaro per l’equipaggiamento, possono partecipare a questo sport in modo competitivo. Lo scopo principale è quello di mettere alla prova il talento e l’abilità individuale, non l’equipaggiamento e l’astuzia. Caposaldo principale della disciplina è la sicurezza nel maneggio delle armi. Qualsiasi violazione alla sicurezza infatti comporta sempre la squalifica dalla gara. Ogni competizione è formata da un numero variabile di stage (esercizi di gara) che variano sempre. Lungo lo stage sono posizionati i bersagli fissi e mobile e le varie coperture di tiro. Il tiratore al segnale di partenza, deve svolgere l’intero percorso dello stage, ingaggiando i bersagli che incontra lungo il percorso, nel minor tempo possibile. Ovviamente la precisione è importante perché ad ogni colpo fuori dal centro della sagoma, vengono aggiunti secondi di penalità a secondo del tipo di imprecisione. Ovviamente la disciplina è pensata per permettere ad ogni tiratore di competere con tiratori dello stesso livello (classe di merito), ed il sistema di penalizzazioni è concepito per favorire i tiratori più precisi, in ragione di quelli più agili lungo il percorso. Così di fatto, viene permesso a tiratori di ogni età e classe di merito, di competere con altri tiratori con le stesse caratteristiche.