Il sindaco Gravina e l'assessore alla cultura Felice tracciano il bilancio di un mese di "Eventi in cittĂ "

Ad un mese dall’inizio del calendario di “Eventi in città”, presentato subito dopo Ferragosto in Comune dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Gravina e dall’assessore alla Cultura, Paola Felice, le indicazioni che stanno continuando ad arrivare in merito alla riuscita dei singoli eventi ed all’organicità della proposta culturale, artistica e sociale che sta offrendo ai campobassani serate di cinema, musica, teatro, enogastronomia, sono decisamente positive e indicative per ciò che bisognerà continuare a progettare in futuro in tal senso. “Da venerdì sera Campobasso ha accolto lo Street Food Village in pieno centro. – ha dichiarato con soddisfazione Gravina - Non serve alcuna retorica per raccontare la riuscita di serate come queste. Dal 18 agosto, data iniziale del calendario “Eventi in città”, del resto ne abbiamo avute tante così, sia quando abbiamo proposto rassegne jazz a piazzetta Palombo, sia quando abbiamo puntando forte sul teatro al Castello Monforte e sia quando abbiamo animato corso Vittorio Emanuele con il cinema all’aperto. Sono state tutte serate vissute nei luoghi simbolo della nostra comunità con la partecipazione sempre numerosa dei cittadini. Ne avremo altre con altre proposte, ma con alla base lo stesso concetto che è quello di creare un percorso continuo di eventi durante tutto l'anno. Quello che è oramai palpabile è che la gente ha voglia di continuare con noi a creare, con la propria partecipazione, l’atmosfera ideale per rendere ogni evento un incontro cittadino vero e proprio.  Gli stessi eventi organizzati nel borgo antico, sia quello rientrante nel calendario di “Eventi in città” (la sfilata di moda a Largo San Leonardo), sia quello organizzato dall’Associazione di quartiere di via Ziccardi per il quale il Comune ha concesso il patrocinio, sono stati capaci di creare nel centro storico cittadino un perfetto connubio tra storia e bellezza, rendendo Campobasso viva. A chi persegue questo obiettivo con passione andrà sempre il sostegno e il ringraziamento della nostra Amministrazione e dell’intera città.” Altrettanto soddisfatta l’assessore alla Cultura, Paola Felice, che è già pronta a proiettarsi nei prossimi impegni da promuovere e da organizzare, ma che intanto segue con partecipazione ogni singola manifestazione in calendario: “Per poter capire come migliorare e come offrire agli operatori culturali e ai cittadini situazioni di coinvolgimento di livello sempre più soddisfacente per entrambi è necessario essere nei luoghi dove le cose vengono realizzate. – ha dichiarato l’assessore Felice - Io e l’Amministrazione abbiamo seguito e continueremo a seguire da vicino il maggior numero possibile di manifestazioni proprio per individuare insieme a chi lavora in questi settori i punti nevralgici da affrontare già nell’immediato futuro. Intanto, siamo soddisfatti di aver riportato non per una singola sera ma per un’intera programmazione, la gente in strada, nei luoghi vitali di Campobasso, e di averlo fatto con cognizione di causa, senza trionfalismi che non servono quando con lucidità bisogna riprogrammare un sistema culturale.”