Guerriero Sannita: "Chiudendo il Quotidiano del Molise, chiude un pezzo di democrazia"

Una delle testate storiche di questa regione, “Il Quotidiano del Molise”, chiude i battenti per difficoltà economiche. Il Movimento Regionale del Guerriero Sannita è dispiaciuto di tale sofferta e obbligata decisione, ancora più amareggiato per il silenzio della società civile, sindacali, partitiche e delle Istituzioni: "Molte delle quali, proprio attraverso il Quotidiano, hanno trovato lo spazio, in un ventennio, per le loro idee.La democrazia è un bene che non va mai dato per acquisito definitivamente, oggi ce ne rendiamo ancor piu’ conto, e la libertà di informazione ne è uno dei pilastri fondamentali. Diciamoci la verità: a guardarsi intorno , c’è da aver inquietudine. Quindi dobbiamo convincerci tutti, se ancora non l’abbiamo fatto, che la libertà di informazione è l’anima della democrazia ed un Paese in cui, se un giornale critica, subisce un’invettiva, non rispetta la libertà di stampa. La carta stampata va tutelata per la funzione paideutica e per la capacità di dare forma alla coscienza civile, attraverso la riflessione e perché nò, la mobilitazione di chi legge. E l’equilibrio, in questo settore, non può che essere realizzato sia in chiave legislativa regionale che in chiave contenutistica. Mi auguro che la regione Molise onori un confronto serio, convocando la proprietà del Quotidiano del Molise, affinché si possano trovare le giuste condizioni, per scongiurare la chiusura del Quotidiano storico e mantenere l’occupazione di quanti nel Quotidiano lavorano. A tutti gli altri Organi di Stampa, lancio un appello di allerta, oggi tocca al Quotidiano del Molise, domani potrebbe toccare a chiunque e come diceva il filoso, scrittore e poeta statunitense Henry David Thoreau:” La solidarietà è l’unico investimento che non fallisce mai”.

Il Movimento Regionale del Guerriero Sannita Giovanni Muccio