Il reparto di ostetricia e ginecologia di Termoli non chiuderà. Era attesa la sentenza del Consiglio di Stato, è notizia di poche ore fa, che i giudici di Palazzo Spada,  hanno respinto il ricorso presentato dall' Asrem contro la sospensiva del Tribunale Amministrativo del Molise. Ieri mattina dinanzi alla terza sezione del Consiglio di Stato riguardo l’appello proposto dalla struttura commissariale e dai ministeri competenti contro il provvedimento di riapertura del punto nascita di Termoli sentenziato con la sospensiva dal Tar Molise di due mesi fa.

Ieri la discussione degli avvocati delle due parti. A sostegno del mantenimento dell'apertura del reparto dieci Comuni del Basso Molise e diverse mamme gestanti. Per la chiusura i commissari alla sanità del Molise, l'Asrem ed i Ministeri. Il punto nascite resta aperto almeno fino all'8 aprile prossimo quando ci sarà l'udienza di merito al Tar Molise. Soddisfazione per la decisione del Consiglio di Stato da parte dei legali Vincenzo Iacovino, Vincenzo Fiorini e Silvio Di Lalla. "Una decisione che consentirà di tenere aperto e rafforzare il reparto di ostetricia e ginecologia di Termoli - hanno detto -. Il risultato è stato possibile anche grazie all'enorme coesione sociale ed alla partecipazione di tutti i Comuni del Basso Molise uniti".