Castelpizzuto. Domani il convegno dal titolo "Agricoltura e montagna"

L’Amministrazione Comunale di Castelpizzuto e gli Ordini dei Medici Veterinari delle Province di Campobasso e Isernia organizzano il convegno dal titolo “Agricoltura di montagna. A rischio d’estinzione le produzioni locali. Possibili rimedi e soluzioni.” L’evento programmato in collaborazione con i comuni di Roccamandolfi, Longano e Castelpetroso, si terrà il giorno sabato 28 settembre dalle ore 14.30 per la registrazione dei partecipanti e dalle ore 15.00 con l’inizio dei lavori. Esperti, addetti ed esercenti si confronteranno sulle problematiche gestionali e sulla necessità di sostegno e di interventi di valorizzazione per le attività produttive montane. Territori, non a caso, classificati come “aree marginali”, “aree interne” o “zone svantaggiate”; aree le quali, nonostante l’innata capacità produttiva di tipo tradizionale, pertanto di maggiore qualità e appeal per i mercati dell’agroalimentare, presentano ancora livelli di sviluppo significativamente inferiori a quelli delle aree più popolate dove i prodotti sono poi acquistati e consumati. In tale contesto appare fondamentale il ruolo dei pascoli non solo nella filiera produttiva ma anche nella tutela della biodiversità e del paesaggio, nella fruizione turistica delle aree naturali, nella prevenzione del rischio di incendi e nei rapporti di convivenza tra allevatori e fauna selvatica. Queste ed altre ancora le finalità dell’incontro voluto dai comuni di Castelpizzuto, Roccamandolfi, Longano e Castelpetroso, nel quale allevatori e agricoltori saranno i principali artefici ed attori della conservazione della natura e più ampiamente delle produzioni locali di montagna. Il convegno sarà l’occasione per parlare anche delle condizioni socio-economiche ancorate a tradizioni secolari, all’utilizzo efficiente e sostenibile delle risorse locali, come la foraggicoltura di valle, l’utilizzo estivo dei pascoli in quota e l’allevamento di specie e razze animali adatte ai territori in cui son allevate; territori nei quali, oltretutto, persistono ancora importanti valori ambientali, storici e culturali. Relatori del convegno saranno il professore Luigi Zicarelli, della Facoltà di Medicina Veterinaria Università Federico II Napoli, che parlerà di agricoltura di montagna tra nostalgia del passato e prospettive per un futuro ecologicamente produttivo; il dott. Sabatino Troisi, Veterinario Specialista Ambulatoriale dell’Istituto di Gestione della Fauna, illustrerà le problematiche relative all’allevamento estensivo in montagna e la conservazione degli habitat; il dott. Angelo Niro, Presidente dell’Ordine dei Veterinari della Provincia di Campobasso, parlerà di come il buon latte e il buon formaggio abbiano inizio dall’erba; ed il dott. Angelo Citro, Specialista Ispezione degli Alimenti di Origine Animale che svelerà “i segreti” ma parlerà soprattutto “dell’impegno necessario per la caseificazione dei formaggi a latte crudo. L’iniziativa è rivolta ad amministratori, operatori ed imprenditori agricoli, allevatori, medici veterinari, agronomi, ristoratori, piccole aziende di produzione casearia, insegnanti e tutti i cittadini interessati. Al termine del convegno, come nella migliore tradizione dell’accoglienza, gli organizzatori proporranno una degustazione guidata di pane, formaggio e vino e diversi altri prodotti locali.