Global Strike for Future, migliaia di giovani a Campobasso per la lotta al cambiamento climatico

I giovani/studenti di Campobasso scendono in piazza per la lotta al cambiamento climatico. Un vero e proprio fiume in piena di studenti campobassani e dell'intero hinterland scolastico, provenienti da tutta la regione, che ha invaso il centro cittadino per partecipare al Global Strike for Future, il terzo sciopero globale per il clima che chiude la settimana di iniziative e azioni di sensibilizzazione della popolazione mondiale, partita con la grande marcia di New York del 20 settembre scorso guidata dalla leader degli attivisti, la svedese Greta Thunberg. Cori, bandiere e striscioni hanno colorato le strade del centro di Campobasso, con un corteo molto numeroso.

La protesta alla fine della manifestazione si è sposta in Consiglio Comunale di Campobasso:

Dario di Sisto parla a nome degli studenti e chiede al Consiglio Comunale di Campobasso e al sindaco di riconoscere ufficialmente l'emergenza climatica e le conseguenze sul cibo,  attivandosi secondo principi di equità, democrazia e trasparenza, per migliorare la situazione attuale, riferendo in consiglio periodicamente sui progressi che si otterranno in tal senso.
Tra le altre richieste degli studenti Consiglio anche una rete di trasporto pubblico efficiente, gratuito o a prezzi ridotti per gli studenti e l'aumento della raccolta differenziata.

l'Assessore Simone Cretella risponde al giovane studente e dichiara in aula: "il cambiamento per la città è impresa ardua ma c'è la piena volontà politica dell'amministrazione. Ad esempio uno dei settori più impegnativi nel quale intervenire è quello del trasporto pubblico con un sistema fermo da decenni e decenni e con problemi di finanziamento riscontrati con la Regione; è avviata la procedura per il bando per l'affido del servizio di trasposto pubblico. Si sta rispondendo ai bandi europei per la mobilità alternativa e sostenibile e si stanno predisponendo piani per l'efficentamento energetico".