Presentato il 24┬░ Rally del Molise

E' stato presentato ieri presso la sede dell'Aci il 24° Rally del Molise - Coppa Aci Sport settima zona - e valido per il Trofeo Giuseppe Matteo. Numerose le autorità e gli organi di stampa presenti.
Ad introdurre i lavori, il direttore Aci Molise Giovanni Caturano il quale ha ringraziato tutte le istituzioni e i numerosi sponsor: la Regione Molise, che cofinanzia la manifestazione attraverso il Patto per lo sviluppo, le Province di Campobasso e Isernia, i Comuni attraversati dal Rally e dalle prove speciali, con particolare riguardo al Comune di Campobasso che, con nuovo entusiasmo, ha aderito alle proposte dell'ACI. Un forte ringraziamento è andato anche agli sponsor che sono cresciuti di numero, a dimostrazione del'interesse sempre maggiore che il Rally sta suscitando a livello locale e nazionale, anche per l'accordo con il Gruppo SKY - Pianeta Rally. Numeri che crescono anche sotto il profilo degli iscritti, della qualità delle auto e degli equipaggi presenti, degli ufficiali di gara locali.

Il dr. Caturano ha anche evidenziato l'attenzione che l'Automobile Club Molise, con il Presidente Di Marzo, i Consiglieri e il Fiduciario Sportivo Regionale, ha voluto porre al sociale. Il Rally quest'anno vede infatti la presenza dell'Unimol, dei Ricercatori della Neuromed, e della AISM Associazione Italiana Sclerosi Multipla. Per quest'ultima l'ACI Molise si è reso disponibile e protagonista di una campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi per la ricerca, con un apposito gazebo in Piazza Vittorio Emanuele, per contribuire a far sparire la sclerosi multipla. Continua, anche in questa circostanza, la sensibilizzazione dell'ACI per la sicurezza stradale ed in particolare per una guida senza alcool e droghe.

L'Avv. Demetrio Rivellino, Consigliere dell'Aci Molise, ha portato il saluto del Presidente Luigi Di Marzo, impegnato all'estero. Nel ringraziare la stampa e le istituzioni, ha sottolineato l'importanza della stampa, per la divulgazione delle informazioni, e delle istituzioni, per il fondamentale sostegno alla Manifestazione. I numeri crescenti del Rally - ha continuato il Consigliere Rivellino - rappresentano l'occasione per una vetrina importante per la città e per l'intera  regione Molise. L'Aci sta facendo uno sforzo notevole per portare il Rally del Molise sempre più in alto e la collaborazione delle Istituzioni è determinante.

Nel suo intervento, il Sindaco di Campobasso Roberto Gravina ha evidenziato come la nuova Giunta da lui guidata ha da subito creduto nella grande valenza del Rally del Molise per la crescita del territorio e per far conoscere la città a chi non ci è mai stato. Nel garantire l'impegno personale per affrontare e risolvere le diverse problematiche, ha anche assicurato che si rende disponibile fin da ora a fare ancora di più già dal prossimo anno.

Per la Provincia di Campobasso, ha portato il saluto il Consigliere Alessandro Amoroso, il quale ha ringraziato l'Aci per il contributo che dà, attraverso queste Manifestazioni, a far conoscere le bellezze nascoste del Molise. Pur non avendo la Provincia una delega specifica allo sport, ha assicurato comunque ogni possibile impegno per la ulteriore crescita del Rally.

Il Presidente Regionale del CONI Molise, prof. Guido Cavaliere, anche a nome del Presidente Provinciale di Campobasso Antonio Rosari, ha sottolineato l'importanza della Manifestazione per la promozione del territorio e per la divulgazione dei valori dello sport. Il Rally del Molise -ha affermato il Presidente Cavaliere- è tra le più importanti gare in Italia ed ha anche la grande capacità di far conoscere la capacità organizzativa del Molise. Si è compiaciuto per l'attenzione dell'ACI al sociale sia attraverso le campagne di sensibilizzazione contro l'uso di alcool e sostanze stupefacenti e sia per il sostegno alla ricerca contro le malattie. Ha infine voluto evidenziare la capacità dell'Aci Molise di riuscire a mettere intorno allo stesso tavolo tutte le Istituzioni e una imponente squadra di lavoro. Solo con il concorso di tutti infatti - ha dichiarato Cavaliere -si possono raggiungere grandi traguardi.

Per la Regione Molise, particolarmente ricco di spunti è stato l'intervento dell'Assessore allo Sport Vincenzo Niro il quale, portando anche il saluto del Presidente Donato Toma, ha ringraziato tutti per la meravigliosa manifestazione ed ha evidenziato il ruolo strategico e fondamentale che la nuova Giunta ha inteso attribuire allo sport per lo sviluppo della Regione, anche mettendo in campo numerose iniziative legate allo sport, al turismo e alla cultura. Anche grazie ad una rinnovata attenzione allo Sport, il Molise è risultato primo in classifica per la Formazione sportiva e ciò non si ottiene per caso ma grazie ad una attenta e scrupolosa programmazione. L'Assessore Niro ha assicurato il suo personale impegno e quello del Presidente Toma per proseguire e rafforzare le azioni di sostegno della Regione Molise per le manifestazioni sportive organizzate dall'Aci.

Il Fiduciario Sportivo Regionale Aci Molise - Mario Testa - ha esposto i dettagli tecnici della manifestazione, evidenziando la crescita numerica e qualitativa degli equipaggi. Circa il 30 % di iscritti in più alla gara rispetto allo scorso anno; tre Campioni Italiani Rally presenti in gara al 24° Rally del Molise, tra i quali il molisano Giuseppe Testa, una Campionessa Italiana Slalom Femminile, la molisana Martina Iacampo ed un Campione del Mondo -Max Rendina: per lui il debutto in Molise, per la prima volta in Italia, della nuova Skoda Evo 2019; e inoltre la presenza di ulteriori cinque Skoda gruppo R5, fanno del 24° Rally del Molise una manifestazione con grandi ambizioni di ulteriore crescita per il futuro. Ma soprattutto Mario Testa ha voluto evidenziare l'imponente crescita della squadra di lavoro, con il coordinamento del Presidente Luigi Di Marzo, del Vice Presidente Luciano Matteo, dei Consiglieri Gianni Reale, Demetrio Rivellino e Raffaele Sassi, del Direttore Gi
ovanni Caturano e del Commissario Sportivo nazionale AciSport Amalia Miozzi, che ha consentito di far aumentare il numero e la qualità degli Ufficiali di Gara molisani, valorizzando enormemente le risorse locali, arrivando ad avere oggi in Molise oltre 90 Commissari di Percorso e 10 Verificatori provenienti dalle diverse aree del Molise, in entrambe le province di Campobasso e Isernia, i quali stanno facendo anche numerose e qualificate esperienze in ulteriori importanti gare in diverse regioni d'Italia.

Al termine della presentazione, tutti gli intervenuti hanno voluto ricordare la figura di Giuseppe Matteo, scomparso troppo presto, a soli 37 anni, ma che già tanto stava facendo per lo sviluppo del Molise. La partecipazione del folto pubblico alla Prova Spettacolo - Trofeo Giuseppe Matteo - sarà la più bella testimonianza dell'affetto di tutti nei suoi confronti.