Campobasso – Matelica 1-1

Pizzutelli illude il Campobasso ma il Matelica risponde con Massetti nel finale

di Marco Bruni

Il Campobasso continua a perdere terreno riuscendo a vincere solo due gare sulle sei disputate fino ad ora.

Il magro bottino raccolto comincia a tracciare, con le dovute cautele di inizio stagione, un sentiero in salita per i lupi che vedono allontanarsi la testa della classifica in modo inesorabile.

Per quanto sia prematuro parlare di crisi di risultati le 7 lunghezze da recuperare in ottica primato iniziano a destare più di qualche malumore tra i tifosi e gli addetti ai lavori.

La mancanza di continuità nei risultati può essere determinata da numerose variabili ma, nel calcio, la regola numero uno è quella di fare un gol più dell’avversario per vincere le gare. L’aspetto offensivo ha mostrato fin da subito lacune piuttosto marcate e la mancanza di un vero centroavanti, capace di garantire doppie cifre indispensabili all’economia di qualunque club con determinate ambizioni, lascia piuttosto perplessi.

La gara odierna ha mostrato un Campobasso dai due volti: quello della prima frazione di gioco determinato, volenteroso e dinamico e quello del secondo tempo arrendevole e spento.

Merito anche del Matelica che ha saputo trovare la forza di reagire e mettere in difficoltà i molisani che, però, non hanno creduto fino in fondo nella possibilità di portare a casa l’intera posta in palio.

La gara inizia molto bene per i rossoblù che cercano, fin dai primi minuti, di mettere in difficoltà i marchigiani. Il gioco è fluido e l’impegno non manca tanto da trovare il vantaggio già al 20’ con una grande azione di Alessandro che si invola sulla fascia sinistra e mette in mezzo una fantastica palla per l’accorrente Pizzutelli che, dopo una prima respinta della difesa, deposita in rete con un bel gesto tecnico.

Le occasioni per il raddoppio non mancano ma il Matelica fa buona guardia e limita i danni fino al riposo.

La seconda frazione inizia con i biancorossi decisi a raggiungere il pari ed un Campobasso più attento a controllare la gara che a tentare di chiuderla.

Una tattica, quella di mister Cudini, poco saggia perché con una sola rete di vantaggio difficilmente si riesce a resistere un intero tempo in ritirata.

Gli ospiti ci credono, creano numerose occasioni sfiorando più volte l’obiettivo. Al minuto 75 gli sforzi dei marchigiani vengono premiati grazie all’iniziativa di Massetti che ruba palla a centrocampo e si invola verso la porta difesa da Natale che viene trafitto con la complicità di un rimbalzo della palla sfortunato.

A pochi minuti dal termine entrambe le compagini sembrano accontentarsi del risultato di parità che alla fine, al netto di qualche errore arbitrale, sembra il risultato più giusto per quanto visto in campo.

Il Campobasso spreca una nuova opportunità davanti al proprio pubblico per riportarsi a ridosso delle prime lasciando più di qualche perplessità tra il pubblico presente sensibilmente diminuito rispetto alle gare precedenti.

La stagione è ancora molto lunga e tutto può ancora accadere. Domenica prossima, 13 ottobre, i lupi affronteranno, in trasferta, il Porto Sant’Elpidio sconfitto, quest’oggi, dalla terribile matricola molisana Vastogirardi per 2-0.

Da sottolineare, infine, l’ottima prova dell’Agnonese che si è imposta sul campo della Sangiustese con il sonoro risultato di 5-3.