On. Tartaglione. Raccolta firme Referendum, tetto massimo di tasse in Costituzione

Roma, 16 ottobre. - "Le misure messe a punto dal governo, sul carcere agli evasori e su ulteriori limiti all'uso del contante, non porteranno alcun beneficio alla causa e rischiano soltanto di penalizzare innocenti e lavoratori onesti e in generale rischiano di mettere a repentaglio la liberta' delle persone. L'allarme lo ha lanciato oggi sul Corsera il presidente nazionale dei commercialisti e FI si opporra' con tutte le forze a interventi che ricordano piu' le dittature del secolo scorso che un Paese democratico e liberale". Lo dichiara l'onorevole di Forza Italia Annaelsa TARTAGLIONE.
"La favola del cambiamento - aggiunge - si sta trasformando in un vero e proprio incubo e tutti i nostri timori sul ritorno del 'comunismo' o su eventuali sue pericolose parodie si sta in qualche modo avverando. Si pensi - prosegue TARTAGLIONE- piuttosto ad aiutare concretamente chi con sacrificio, in particolar modo i giovani, prova a costruire un futuro invece di concepire i cittadini come schiavi da vessare e punire".  
"Questa manovra - conclude la parlamentare azzurra - crea danni irreparabili perche' aumenta le tasse, aumenta il deficit e mette a rischio la liberta' dei contribuenti. FI raccogliera' subito le firme per mettere un tetto alle tasse in Costituzione, e' l'unico modo per fermare concretamente questo assalto alle tasche degli italiani".