PSR Molise. Cavaliere: “Abbiamo superato il 50% di spesa, siamo tra le prime tre regioni d'Italia”

Si chiude oggi la due giorni del Comitato di sorveglianza del Psr 2014 - 2020. I rappresentanti della Commissione europea hanno apprezzato sia lo stato attuativo del programma che le proposte di modifica che ha avanzato l'assessore regionale Nicola Cavaliere. L'assessore si è battuto soprattutto per quanto concerne l'obiettivo di incrementare l'indennità compensativa agli agricoltori per le aree montane e per la zootecnia.
"Abbiamo superato la soglia del 50 percento di di spesa e siamo tra le prime tre regioni di Italia. Un grande traguardo che candida il Molise ad avere un ruolo di primo piano anche per la prossima programmazione. Faremo tesoro dell'esperienza acquisita in questi anni per migliorare ancora. - ha dichiarato Nicola Cavaliere -  Non solo sono stati già raggiunti, ormai da mesi, gli obiettivi di spesa per il 2019, ma nel prossimo trimestre sarà addirittura raggiunto l’obiettivo fissato al 31/12/2020, quindi con oltre un anno di anticipo.  Agli obiettivi di spesa, che ci rendono competitivi col resto del Paese e che avvicinano la nostra agricoltura all’Europa e ai suoi standard, va aggiunto pure lo sblocco dei pagamenti e la risoluzione delle problematiche inerenti le misure delle annualità 2016 e 2017. Liquidità importanti che servono a ridare fiducia all’intero settore e ad aiutare imprese e famiglie in un momento economico certo non facileNon possiamo certo - conclude Cavaliere - fermarci ai numeri, la politica deve saper guardare oltre, anche perché tante sono le criticità all’ordine del giorno e gli ostacoli da superare. Bisogna adesso lavorare duro e fare squadra per trasformare tali traguardi in vera crescita per il territorio. Nel prossimo Programma di Sviluppo Rurale elimineremo storture, salveremo ciò che ha funzionato e cercheremo soprattutto di creare uno strumento in grado di sostenere fino in fondo l’agricoltura molisana”.