Raccolta differenziata, riciclo e recupero di carta e cartone. Il Molise resta l'ultima regione in termini di rapporto Kg/abitante

Miglioriamo, ma restiamo ultimi. Il 24° rapporto annuale Comieco, “Raccolta, riciclo e recupero di carta e cartone in Italia”, riferito all'anno 2018, fornisce un dato lievemente incoraggiante per il Molise ed in particolare per la provincia di Campobasso. E' quanto dichiarato dall'assessore all'ambiente, Simone Cretella: "Il Molise si classifica infatti come seconda regione italiana per tasso di crescita dei dati, registrando un +12,1% rispetto all'anno precedente nella raccolta differenziata di carta e cartone; ciò ha consentito ai 66 comuni in convenzione con il consorzio Comieco, di incassare circa 240 mila euro. Denaro incassato dalla vendita dei rifiuti che diventano materia prima seconda, anzichè denaro buttato via per conferire, e quindi sperperare, lo stesso materiale in discarica. E parliamo di ben 7.626 tonnellate di materiale che entrano nei circuiti virtuosi dell'economia circolare in alternativa a quelli insostenibili dell' economia lineare... non c'è confronto! Il dato fornito è su scala provinciale, ma c'è da sperare che a trascinare il risultato sia stato anche l'avvio, seppur parziale, della raccolta differenziata a Campobasso che, inevitabilmente, condiziona i numeri ed i risultati dell'intera regione. Ma i dati del rapporto non devono affatto ingannarci ed illuderci: il Molise resta ancora l'ultima regione d'Italia in termini di rapporto Kg/abitante di materiale raccolto, un dato che non lascia scampo: la sensibilità al tema dei rifiuti ed il senso civico di tantissimi concittadini sono ancora troppo scarsi ed il lavoro da fare è ancora tantissimo. E ovviamente il discorso va necessariamente esteso a tutte le altre frazioni merceologiche della raccolta differenziata, plastica, vetro, metalli, organico. Siamo solo all'inizio"